Eventi

Inside Art in edicola

Un nuovo numero di Inside Art è pronto a stupirvi. Il magazine più intrigante di arte contemporanea è in distribuzione nelle principali edicole, in libreria e nei bookshop dei musei. In questa pubblicazione troverete tanto spazio dedicato ai talenti più interessanti della scena contemporanea italiana e internazionale. A partire da Olafur Eliasson, protagonista assoluto nel confronto con la luce, fino a Ced Vernay, che si è aggiudicato la cover per l’innovazione introdotta dal suo linguaggio pixelato, di grande impatto visivo. E poi ampi servizi su Elena Bellantoni, Teresa Emanuele, Marinella Senatore, Roberto Pugliese, Annika Larsson, Martina Bagicalupo e Gianpiero Fanuli. Da questo numero abbiamo introdotto una novità: il Web artist (per info clicca qui), un artista che la nostra redazione seleziona sulla base delle proposte dei nostri lettori del sito. Il battesimo di fuoco della rubrica è stato inaugurato dall’artista statunitense Trisha Baga.

Il Focus di questo numero è rivolto al rapporto tra l’arte e il web. Avete sentito parlare di collezioni e gallerie online? E di musei 2.0? Siamo andati al cuore di questa realtà, andando a conoscere il fondatore di Google Art project, l’ingegnere indiano Amit Sood, direttore del Google cultural institute. E abbiamo voluto conoscere più da vicino i cambiamenti che internet ha portato nel sistema dell’arte, dall’estetica al linguaggio, dalla politica al mercato. E per farlo abbiamo innescato un dialogo a 360 gradi, a cui hanno partecipato realtà come Yoox.com e alcune grandi istituzioni museali internazionali: il Maxxi, il Reina Sofia, il Van Gogh museum e i musei Civici di Roma. La problematica è uno dei punti cardine del dibattito che in questi giorni si sta sviluppando nella comunità artistica internazionale. Il nostro magazine si inserisce in questo confronto con grande tempismo.

E poi spazio alle grandi interviste: Andrea Lissoni, curatore della Hangar Bicocca, fresco di nomina come Film and international art curator alla Tate Modern di Londra; Francesco Manacorda, artistic director della Tate Liverpool, Marco Delogu, direttore di Fotografia festival.

E, per finire, abbiamo voluto andare un po’ a spasso per il mondo a scoprire le novità più interessanti dell’arte contemporanea: a Parigi inizia tra poco Fiac, di cui abbiamo conosciuto la direttrice Jennifer Flay, che ha anticipato qualche dettaglio. Non solo, il 27 ottobre inaugura la nuova sede della fondazione Louise Vuitton, progettata dal grande architetto Frank Gehry, e la cui apertura sarà battezzata da un lavoro inedito proprio di Eliasson (questa non la sapevate, vero?). Vi mostreremo i rendering del progetto e vi faremo fare un viaggio nella sontuosa e innovativa struttura. E poi siamo andati fino ai confini orientali del globo, in Cina, per vedere da vicino gli Art mall, per poi tornare a casa nostra, a Roma, per intervistare Laura Chiari, la direttrice della nuova sede della galleria Lorcan O’Neill.

Insomma, come sempre, un numero da non perdere per non restare indietro nella conoscenza del mondo dell’arte contemporanea internazionale.
Buona lettura!

 

 

Commenti