Eventi

Urban legends, Alëxone

Dal 7 giugno gli spazi del Macro Testaccio di Roma ospitano Urban legends, una mostra promossa dalla galleria 999 Contemporary e organizzata dalla gallerista Francesca Mezzano, che raccoglie i lavori di dodici dei migliori street artist attivi sulla scena internazionale. L’evento, curato da Stefano Antonelli, segna un passo in avanti nel percorso di riconoscimento istituzionale di una pratica artistica che sta vivendo una stagione segnata da importanti successi espositivi.

In mostra i lavori di sei street artist italiani e di altrettanti artisti francesi, uno di loro è Alexandre Dizac. Nato a Parigi nel 1976 inizia precocemente a interessarsi al mondo del writing quando nel 1988, mentre frequentava le scuole medie, il suo professore di storia dell’arte gli mostra un libro sui graffiti di New York. Inizia a dipingere con lo spray sui vagoni delle metropolitane di Parigi e a partire dal 1995 inizia a svolgere la sua ricerca sulle lettere con lo pseudonimo di Oedipe. A partire dal 2000, nel processo di evoluzione che dai graffiti ha portato porta alla nascita della street art, anche nei lavori di Alexandre Dizac le figure iniziano a ricoprire un ruolo sempre più importante. Assume il nuovo pseudonimo di Alëxone e con esso sviluppa lo stile che ancora oggi caratterizza la sua produzione: un universo profondamente legato al linguaggio visivo del fumetto e dell’illustrazione, popolato di ironiche figure vegetali, umane e soprattutto animali, immerse in fondali dipinti in cui parole, immagini ed elaborazioni grafiche si fondono liberamente. Grazie al rapporto con Jean Faucheur, pittore precocemente attivo all’interno del contesto urbano, inizia a diffondere le sua figure applicando poster di carta sopra i billboard pubblicitari. Con il passare del tempo Alëxone comincia a sperimentare con i materiali e i supporti più diversi, realizzando i suoi personaggi su ogni tipo di superficie, dalla macchine sportive agli interni di eleganti boutique, fino a produrne versioni tridimensionali di dimensioni sempre più grandi. Anche per questo street artist il successo internazionale giunge molto presto tanto che nel 2007, nel contesto del progetto Peinture fraîche, viene invitato a esporre all’interno del Centre Pompidou di Parigi.

Già nelle scorse settimane, insieme agli altri artisti che parteciparanno a Urban legends, Alëxone è stato protagonista di un doppio intervento artistico, dipingendo all’interno della stazione della metropolitana di piazza di Spagna e su un intero vagone della metro di Roma. All’interno degli spazi del Marco Testaccio realizza una tela personale e un intervento in collaborazione Seth, altro street artist francese in mostra.

Dal 7 giugno; Macro Testaccio, piazza O. Giustiniani 4, Roma; info: www.urbanlegendstheshow.com

Commenti