Eventi - Trends

Yoox.com, una galleria 2.0

Capita a volta di essere colpiti da storie come quella di Federico Marchetti e di pensare: «Ma perché non ci ho pensato io qualche anno prima?». Da un’intuizione apparentemente semplice questo ragazzo di Ravenna, classe 1969, ha creato un colosso dell’e-commerce molto noto tra i consumatori di capi griffati e, da qualche tempo, anche tra gli appassionati d’arte. La piattaforma da lui creata nel 2000 è Yoox.com, un sito web in cui vengono venduti, a prezzi più ”social”, gli stock di prodotti delle grandi case di moda (Dolce &Gabbana, Cavalli, Armani ecc.) rimasti in magazzino dalle stagioni precedenti. In sostanza acquistano e rivendono. E il loro business è cominciato con stretto riferimento ai prodotti di moda e di design. Ma il giro d’affari nel tempo si è allargato anche all’arte. Ed è così che in breve tempo la loro ”galleria virtuale” è diventata presto una delle più frequentate sulla rete, e anche una delle più garantite sotto il profilo qualitativo, tanto da mettere in vendita anche opere di artisti importanti e accreditati. Il risultato? Basta dare un’occhiata ai bilanci per rendersene conto. L’ultimo è quello del 2013 e non lascia adito a dubbi: l’anno passato ha chiuso con un +173 per cento, oltre sette volte il prezzo di quotazione e una capitalizzazione di mercato che ora è a circa 1,7 miliardi di euro.

Dando un’occhiata al sito ci si imbatte in una piattaforma densa di contenuti interessanti. Yoox tratta opere di artisti dal nome altisonante, come Damien Hirst, Eve Arnold, Gavin Turk, Grayson Perry, Marc Quinn, Peter Blake, Roy Lichtenstein, Yinka Shonibare, Sarah Lucas, solo percitarne alcuni. E non mancano i veri e propri eventi, organizzati in collaborazione con dei must del panorama artistico internazionale, come quello messo in piedi insieme alla Magnum Photos (tutto sempre finalizzato, rigorosamente, a finalità commerciali): una maxi vendita di edizioni a tiratura limitata di stampe realizzate da grandissimi fotografi dell’agenzia fotografica. Un acquisto tira l’altro, con questo sistema semplice veloce ed efficiente.

Non solo. Un acquisto è più facile quando è consapevole. E Marchetti, con il suo team giovane e molto qualificato, ha pensato bene di dotare di contenuti la sua piattaforma, che si presenta come un autentico catalogo non solo di prodotti, ma anche corredato da notizie d’arte, interviste, riflessioni.

Yoox.com ha, insomma, istituzionalizzato un fenomeno crescente: la democratizzazione assoluta del mercato dell’arte. Non più una prerogativa appannaggio di pochi fortunati, ma una prassi fruibile per tutti, soprattutto per i più giovani, che con un clic, invece di comprare un paio di scarpe o un viaggio, possono ipreziosire la loro anima regalandole un’opera d’arte.

info: www.yoox.com

 

Commenti