Eventi

I linguaggi dell’Auditorium

Prende il via oggi, fino a domenica 26 gennaio, la nona edizione del Festival delle scienze all’Auditorium parco della musica. Tra analisi scientifiche, viaggi nella fantascienza e indagini filosofiche, quest’anno il Festival, I linguaggi, vuole rispondere ad alcune domande fondamentali riguardo il tema del linguaggio e del suo rapporto con la realtà, la musica, la politica e tutto ciò che riguarda la quotidianità. È il linguaggio infatti a essere il segno distintivo per gli esseri umani, quello che lo rende unico. Il Festival è stato presentato in Campidoglio, alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino, di Carlo Fuortes, amministratore delegato della fondazione musica per Roma e del direttore scientifico della manifestazione, Vittorio Bo. Non un semplice evento ma un vero e proprio viaggio tra dibattiti, eventi per le scuole, caffè scientifici, mostre, spettacoli con la presenza dei grandi nomi della ricerca scientifica italiana e internazionale, ai quali si alternano filosofi, scrittori e storici della scienza. Punto di partenza della manifestazione è l’incontro La scienza del linguaggio, momento di confronto tra il direttore di ricerca all’istituto Jean-Nicod di Parigi, Philippe Schlenker, Luigi Rizzi, professore ordinario di linguistica generale all’università di Siena e massimo esponente italiano della grammatica generativa, e il linguista e neuroscienziato Andrea Moro, ordinario di linguistica generale alla scuola superiore universitaria Iuss di Pavia, introdotti da Vittorio Bo. Il paradosso che rende il tutto così affascinante è dato proprio dall’utilizzo di strumenti scientifici e rigore metodologico nello studio di un concetto relativo e astratto qual’è il linguaggio. Questo tipo di approccio è stato fondamentale a partire dagli anni Cinquanta in poi, grazie soprattutto alle ricerche del grande linguista Noam Chomsky che prenderà parte attiva all’evento sabato 25 gennaio alle ore 21. Lo studioso spiegherà come la sua teoria rivoluzionaria sulla grammatica generativa ha cambiato per sempre gli studi sulla lingua e sulle scienze cognitive. Questi sono solo alcuni degli appuntamenti previsti per questa grande manifestazione. Per oggi è inoltre prevista la presenza del fisico Valerio Rossi Albertini e di Roberto Vecchioni all’interno di una lezione su parole e musica per i ragazzi delle scuole superiori. Presente anche l’arte con l’installazione multicanale L’enigma Casanova di Young-Hae Chang Heavy industries curata da Anna Cestelli Guidi e in collaborazione con l’ambasciata della Corea a Roma. Laboratori, incontri, arte ed exhibit. Una kermesse alla quale non si può assolutamente mancare se si vuole conoscere «una delle caratteristiche più straordinarie e distintive della specie umana».

Fino al 26 gennaio, Auditorium parco della musica. Info: www.auditorium.com

Commenti