Eventi

L’urlo rock di Toffolo

Etichettare è un verbo poco amato da Davide Toffolo. Voce e chitarra del gruppo rock (attivo dalla metà degli anni Novanta) Tre allegri ragazzi morti, autore di numerose graphic novel, l’artista di Pordenone (classe 1965) – a differenza di molti colleghi – non è facilmente inquadrabile. A suo agio su un palcoscenico così come dietro un tavolo da lavoro (matita in mano), Toffolo è tra i più importanti autori di fumetto del Belpaese. La sua ultima fatica, dal titolo provocatorio Graphic novel is dead (144 pagine, 16 euro), è edita da Rizzoli Lizard; un’autobiografia illustrata e fotografica – centoquaranta tavole complessive – realizzata con la collaborazione della fotografa Cecilia Ibanez, che ha seguito Davide nell’ultimo tour negli stadi con Jovanotti e al Comicon di Napoli, e curata da Alessandro Baronciani per quanto riguarda il colore e la supervisione del lavoro. La rappresentazione fotografica del volume rende al lettore la suggestiva figura di Toffolo che suona negli stadi italiani, nella sua veste pubblica di Eltofo, il cantante vestito da Yeti (per saperne di più c’è il sito www.eltofo.blogspot.it). Davide muta poi in fumetto nella profonda identità di Davide Toffolo, impegnato a disegnare e a capire tanto il mondo quanto se stesso («A quindici anni diventai punk. Era il 1980. Mi attiravano quegli strani individui vestiti come alieni. Volevo diventare come loro. Ma è stato a Napoli, precisamente al Comicon del 2013, che ho portato a termine il mio piano», ricorda). A fargli visita nella sua casa laboratorio sono persone reali, fantasmi del passato e affetti svaniti. Con Toffolo ci sono anche Andy Kaufman, l’oracolo personale, e Pepito, la cosiddetta spalla comica, un pappagallino domestico che lo accompagna nel suo viaggio interiore e in un passato (talvolta) infelice, offrendo alla fine del racconto un divertente colpo di scena.

Uscendo da provocatorio Graphic novel is dead, occorre ricordare che è a Toffolo che si deve la nascita di riviste come Dinamite, Mondo naif e Fandango. La sua ricerca sul linguaggio lo ha portato a dedicare questi ultimi anni alle graphic novel: dalla biografia del pugile Primo Carnera a Pier Paolo Pasolini, fino a Tres! Fumetti per il teatro e L’inverno d’Italia (tutti editi da Coconino Press). Un artista che, nei suoi confronti, si realizza come «l’autore che diventa personaggio. Un salto mortale triplo. Io, uguale fra gli uguali. Assieme agli ultimi, come è sempre stata la mia vocazione. A prendere la vita, per farne letteratura e mostrarla al mondo. Io, fra i personaggi e le loro incarnazioni».

Info: www.rizzoli-lizard.com

Commenti