Eventi

Lontano da casa

Milano dedica un nuovo tributo all’arte eclettica di Aldo Mondino, con la mostra intitolata Aldo Mondino, Milano, Venezia, Calcutta, una collaborazione tra due sedi: la galleria Giovanni Bonelli e la galleria Giuseppe Pero. I due spazi espositivi – collocati l’uno di fronte all’altro nel cuore del quartiere Isola – si uniscono per condurre il pubblico in un cammino che dal Mediterraneo arriva fino all’India. Un’avventura curata da Marco Meneguzzo che restituisce la passione di Mondino per il viaggio e soprattutto per l’Oriente, temi questi da sempre protagonisti nel suo lavoro.

Questo percorso ideale parte da Venezia, precisamente dalla Biennale del 1993, dove Mondino è protagonista con una memorabile performance che vede coinvolti un gruppo di dervisci rotanti fatti venire direttamente dalla Turchia. Nella galleria di Giuseppe Pero viene riprodotta, nel modo più fedele possibile, persino nei colori delle pareti, la sala che fu teatro dell’evento, con i Tappeti stesi, il lampadario con le penne Bic e uno dei grandi quadri con dervisci di quella Biennale.

Da qui verso Turchia e Africa, tappe successive di questo viaggio, mete che vengono raccontate attraverso il filo delle danze folkloristiche, come nella Danza dei Turchi e Les dances des jares. La prima mostra alla galleria Giuseppe Pero si chiude idealmente con l’Autoritratto di Williamsburg dove un Mondino dai pantaloni rossi si allontana, mostrandoci le spalle, in compagnia di un rabbino. Poi, attraversando la strada si entrare nella galleria Giovanni Bonelli, dove lo scenario cambia nuovamente e le atmosfere di Calcutta divengono protagoniste. In una sala rivestita di petali di fiori profumati, si proietta il video Flover che documenta il viaggio di Mondino in India e come in un cammino spirituale, si viene accompagnati fino alla Serra di orchidee, custodita dal dipinto Gibson Cacciatore di orchidee. Gli ultimi lavori esposti, come ad esempio l’opera Essiccatore di pesci o lo splendido Capi e copricapi, riportano il visitatore sulla via del ritorno, di nuovo verso il Mediterraneo, di nuovo verso casa.

Fino al primo febbraio; info: www.galleriagiovannibonelli.it; www.giuseppepero.it

Commenti