Arte pubblica, giornata di studi

Roma

Attraverso il confronto di idee ed esperienze diverse, la giornata di studi al Macro dalle 11,30 alle 18,30,  intende riportare l’attenzione su alcuni degli interrogativi più importanti che l’arte pubblica ha tentato di affrontare nel corso degli anni: Qual è il ruolo e la funzione dell’arte negli spazi pubblici e quale invece quello degli artisti? Quale è la responsabilità del mediatore culturale? In che modo l’opera d’arte agisce sul territorio e sul tessuto sociale? Chi viene coinvolto? Quando e come agisce l’amministrazione pubblica? Partendo dall’idea che l’ambiente urbano non possa essere utilizzato esclusivamente solo come sfondo o palcoscenico in cui collocare un’opera d’arte e che la creazione artistica non debba agire solo come decoro ambientale, l’incontro prenderà in considerazione le diverse modalità attraverso cui l’arte interagisce con lo spazio pubblico. La giornata di studi prenderà in considerazione una selezione di progetti che sottolineano le differenti modalità di lavoro degli artisti e dei mediatori culturali in rapporto allo spazio urbano, mettendo in rilievo la responsabilità di ascolto del territorio e una sua conseguente trasformazione: frutto di un dialogo e un confronto con i problemi e i desideri degli abitanti, e di relazioni tra committenti e istituzioni. I casi studio presi in esame dimostrano così la volontà di attivare comportamenti alternativi e nuove forme di scambio, mettendo in connessione comunità e luoghi differenti. A partire da questo “nuovo genere” di arte pubblica, la giornata di studi si propone di ripensare l’immagine e la funzione della cultura, intesa come forma di condivisione, valorizzazione del territorio e appartenenza ad una comunità, ponendo l’idea di una nuova committenza pubblica come questione decisiva. Questo tipo di pratica aperta prevede attori diversi e all’artista viene affidato il compito di operare in rete con altri esperti, al di là di ogni mediazione, per un lavoro a metà strada tra processo creativo e laboratorio. Interverrano, fra i tanti, Achille Bonito Oliva, Roberta Tenconi, Davide Ponzini.