Lelio Swing, 50 anni di storia italiana

Roma

Oggetti d’epoca, dal mobile radio in legno alla televisione, al design spaziale, documenti che segnano il passaggio dal “giazzo” al jazz. E ancora, foto del dopoguerra e della Dolce vita, immagini ed emozioni che raccontano come un ragazzo triestino, un “giovanotto matto”, sia riuscito a materializzare il suo sogno. La mostra, a cura di Silvia Colombini, Cesare Bastelli, Leonardo Scarpa,  è un percorso cronologico scandito da 8 sale e 7 sezioni.