Sotto le palpebre ingombre – Dario Molinaro

Bologna

Risultato di molteplici contaminazioni e ispirazioni, il lessico visivo di Dario Molinaro si costruisce su uno stile particolare dove si incontrano illustrazione e fumetto, passando attraverso le influenze del graffitismo. Caratterizzate dall’utilizzo di diverse tecniche, dalla china, alla grafite, fino alle tecniche miste che comprendono tempera, matite colorate, acquerello e olio, le opere dell’autore si distinguono per il trapelare di una certa musicalità della composizione, in cui l’alternarsi di pieni e vuoti, di segno bidimensionale e figure a tutto tondo, di prospettive deviate e svariati piani di rappresentazione costituisce la peculiarità e la forza del messaggio artistico. Attualmente focalizzato sulla valorizzazione della spontaneità e dell’impulso, il percorso artistico di Dario Molinaro si modula su disegni che prendono forma in maniera non per forza sequenziale, condensando impressioni e immagini di vita quotidiana. In questo senso, Sotto le palpebre ingombre, la personale in mostra all’Elastico Studio fino all’11 novembre, assume quasi le sembianze di una sorta di diario composto da una quarantina di immagini.