Eventi

Al via il bando Musae

Nonostante la crisi, l’arte stringe i denti e continua ad andare avanti. A proporre iniziative a sostegno degli artisti come il bando Musae 2013: arrivato in ritardo ma comunque giunto a destinazione con grosse novità. La principale è che non ci sono limiti di età, non solo under 35 come negli anni passati ma tutti gli artisti emergenti possono partecipare perché la mission del premio è quella di promuovere linguaggi emergenti, innovativi e contemporanei senza ingabbiarli in limiti e confini. Quindi si possono fare avanti concorrenti nazionali e stranieri, di ogni età presentando produzioni pittoriche, plastiche, fotografiche, installazioni multimediali, luminose, video, videoarte, land art, body art, performance. Musae, dal 2006, opera con l’obiettivo di creare un dialogo concreto e produttivo tra mondo dell’arte e luogo urbano. “I principali obiettivi di Musae – si legge nella presentazione del progetto sul sito internet – sono di dare visibilità ai giovani artisti superando gli usuali canali elitari, avvicinare il pubblico ai nuovi linguaggi del contemporaneo e incrementarne la fruizione come mezzo d’espressione creativa tramite un circuito nazionale ed internazionale di eventi ed una funzione d”antenna” per la creatività e le arti, mettendo in collegamento artisti, istituzioni, privati e pubblico. Musae si propone di reperire e coordinare l’apporto di istituzioni pubbliche e private, quali accademie d’arte, fondazioni, associazioni e tutte le realtà pubbliche e private che operano nel settore delle arti e della creatività al fine di sviluppare azioni sinergiche rivolte alla realizzazione del progetto collettivo incentrato sulle aree urbane. L’intento è di invadere gli spazi dando vita ad un vero e proprio museo temporaneo, dinamico ed itinerante ad uso degli avventori, creando un’occasione per la scoperta ed il recupero di luoghi cittadini per il vivere comune delle strade e delle piazze, un appuntamento che gioca sulla convivenza e la complementarietà tra ciò che, nelle espressioni artistiche ed architettoniche, rappresenta il passato della memoria collettiva e le nuove espressioni creative che anticipano un futuro ricco di contaminazioni”.

È fondamentale iscriversi da subito per potersi candidare alle prime tappe ed eventi programmati: le prime in programma al sud (Puglia e Molise) e dedicate in particolare ai videoartisti. Poi si torna a nord con una serie di eventi ed esposizioni di tutti i linguaggi artistici. Il tema è libero, anche se nell’edizione 2013 molti eventi sono dedicati al riciclo. L’artista può presentare in qualsiasi momento fino a un massimo di tre opere sottoscrivendo la richiesta di inserimento nell’apposito database. L’opera selezionata viene immessa nel circuito e può essere esposta in una o più delle città del circuito Musae. Per saperne di più, per partecipare al concorso e per ottenere ulteriori informazioni consultare il sito: www.eventomusae.com

 

 

Commenti