Untitled (loverboy) e Untitled (march 5th) 1

Torino

Inaugura oggi alle 18.30 alla galleria Franz Paludetto di Torino, la doppia installazione di Felix Gonzalez-Torres, Untitled (loverboy) e Untitled (march 5th) 1, già presentata al castello di Rivara nel ’91, che si compone di due specchi circolari, disposti uno accanto all’altro e di quattro lunghe tende in tessuto blu lasciate cadere davanti alle finestre aperte. Tra la fine degli anni ottanta e gli inizi dei novanta, ha trascorso lunghi periodi in Italia. Come in altri lavori di Gonzalez-Torres, si tratta di un’installazione minimale dove oggetti d’uso quotidiano si caricano di nuovi significati. L’opera era il racconto amaro e disincantato di una perdita, quella del compagno Ross morto di Aids nel 1989. La ricerca dell’artista si è mossa invadendo e confondendo la sfera pubblica e quella privata, alla ricerca dei possibili punti di contatto tra i due universi. Come artista, ha reso pubblica la sua vicenda personale, quella d’immigrato cubano trasferitosi negli States, la sua omosessualità, la sua malattia (l’Aids), condivisa con il suo compagno di vita. La semplicità della rappresentazione, insieme a una profondità che va oltre le apparenze perché parte di una storia personale, ha reso tutti i suoi interventi unici e pieni di un’emotività per nulla scontata.

Articoli correlati