Personaggi

La classe di Rampling

La fotografia al femminile è una rassegna di quattro mostre che intende indagare il rapporto fra la donna e la fotografia, l’evento si svolge all’Auditorium parco della musica di Roma. Il primo appuntamento è con Charlotte Rampling. Seguono le fotografe della rivista satunitense Life in cui le fotoreporter danno testimonianza della guerra e della quotidianità; un omaggio a Tina Modotti e una collettiva con giovani artiste italiane.

Album segreti di Charlotte Rampling si è inaugurata il 13 dicembre alla presenza dell’attrice che nel suo percorso ha attraversato cinema e teatro. È stata anche cantante ed è nota per la sua personalità, per il suo carisma e per la sua grandiosità sulla scena. Ama il linguaggio della fotografia sotto tutti gli aspetti: quelli sotto gli occhi di tutti e i suoi lati più nascosti. L’esposizione è totalmente incentrata su di lei. Ne esce un ritratto che sottolinea una vivacità e una forza ma anche una certa malinconia e fragilità. Rampling si espone nel pubblico e nel privato, mettendosi a nudo. Utilizza il mezzo come tramite per esprimere i propri sentimenti e le proprie increspature percettive. Si dona in un omaggio alla vita.

La mostra comincia con la rappresentazione della donna attraverso ritratti di Jurgen Teller, Peter Lindbergh, Cecil Beaton, Bettina Rheims, Helmut Newton, Alice Springs, Paolo Roversi e Pierre et Gilles. Per poi passare agli album personali in cui l’attrice racconta la sua esperienza di vita nel suo atelier e nei suoi viaggi attraverso foto scattate da lei ma anche da altri. Il percorso si chiude con autoritratti di persone famose scelti da Rampling per raccontare il rapporto fra il mezzo e la personalità di ognuno, fra i tanti: Larry Clark, Ralph Gibson, Marie-Laure de Decker e Duane Michals. La mostra è a cura di Alessandra Mauro e Jean-Luc Monterosso, in collaborazione con Contrasto e con la Maison européenne de la Photograhie di Parigi.

fino 27 gennaio 2013

Auditorium parco della musica, via Pietro de Coubertin, Roma

info: www.auditorium.com

Guarda la photogallery

Commenti