Eventi

Tutto quello che desidero

Lo spazio Orlandi in collaborazione con Dimora Artica e Lobodilattice magazine ha dato vita a All i desire, un ‘esposizione che coinvolge ben trentun artisti: Irene Balia, Enrica Berselli, Greta Bisandola, Nicola Caredda, Paolo Carta, Luca Cervini, Diego Cinquegrana, Stefano Cumia, Pasquale de Sensi, Roberto Fanari, Fiorella Fontana, Agnese Guido, Alessio Iacovone, Silvia Idili, Federico Lupo, Bruno Marrapodi, Luigi Massari, Silvia Mei, Piero 1/2Botta Dario Molinaro, Elena Monzo, Andrej Mussa, Nunzio Paci, Pastorello, Guido Pecci, Polo Pibi, Riccardo Pirovano, Carlo Spiga, Devis Venturelli, Serena Zanardi, Wiliam Marc Zanghi.

Nell’insieme di più linguaggi visivi si anima la presenza di un’unica grande installazione, un’unica opera d’arte che implica i desideri di differenti artisti, messi in gioco dai loro lavori disposti in un unico spazio; scultura, pittura, singole installazioni e video. Questo grande progetto trova la fonte della sua ispirazione in un’opera in particolare, intitolata proprio All i desire; è il dipinto di Agnese Guido, in cui è raffigurato un vassoio per dolci denudato da ogni contenuto, come a sottintendere una lamentosa mancanza e l’assenza di ogni soddisfazione legata in questo caso alla golosità.

La mostra, co-curata da Andrea Lacarpia e Pietro Di Lecce, si nutre di sperimentazioni, si forma in un laboratorio di idee, mette a fuoco i contrasti e le similitudini. “Anche quando non se ne è coscienti, il desiderio è l’elemento che più influisce nelle vite dell’uomo, infatti, ogni azione, ordinaria o straordinaria, è finalizzata alla soddisfazione di esso, oppure all’ottenimento di ciò che serve a soddisfarlo – scrivono i critici presentando il tema – lo studio dei meccanismi del desiderio porta alla comprensione dei comportamenti umani, dall’individuo alla società”.

fino al 20 dicembre

Spazio Orlandi, via Vespri siciliani 16/4, Milano

info: www. spaziorlandi.com

Commenti