Nefertiti compie cento anni al Neues museum

Neues Museum

Berlino

Il 6 dicembre 1912 veniva scoperto, da alcuni archeologi tedeschi, il preziosissimo busto della Regina d’Egitto Nefertiti. Con un’età di circa 3.400 anni, quest’opera è considerata la più inestimabile rappresentazione del volto femminile dopo la Monna Lisa e il più grande tesoro del Neues museum di Berlino. La città, per festeggiare i cento anni dalla scoperta, ha dato oggi il via a un’esposizione speciale, In the light of Amarna, che include anche gioielli mai esposti del periodo Amarna dissotterrati da Ludwig Borchardt e prestiti importanti da musei come il Metropolitan museum of art di New York, il Louvre di Parigi e il British museum di Londra. Nefertiti, la regina dagli occhi a mandorla considerata una delle più belle donne della storia, era la potente moglie del faraone Akhenaton, ricordato per aver convertito il suo regno al monoteismo con l’adorazione del dio sole Aton. La scultura, fragile e di grande valore, è l’opera più attraente del museo che ha riaperto nel 2009 dopo un grande restauro a opera dell’architetto inglese David Chipperfield e che adesso attira oltre un milione di visitatori all’anno.