Distorsioni formali

La fotografia e la scultura sono a confronto in distorsioni formali, una bipersonale di Manuel Geerinck e Christian Costa. L’originale progetto espositivo a cura di Antonio Nardone, Cristiana Pecile e Luana Blascetta è presentato alla Contemporanea studio art gallery. Due artisti e due realtà, apparentemente lontane fra loro, dissimili, opposte, ma legate dallo stesso intimo desiderio di ricerca artistica. Linguaggi differenti in simbiosi anche se nati da percorsi concettuali diversi.

Christian Costa, scultore ricava da un materiale puro da sempre legato all’uomo come il legno, mappamondi modificati nel loro aspetto originale a testimonianza di quanto il mondo sia stato leso e depredato. I “mondi ammaccati” di Costa sono la prova metaforica di una natura schiacciata, danneggiata da un comportamento umano violento verso la sua stessa casa, la terra. La perfezione sferica è intaccata dall’artista che interviene a definire concretamente l’alterazione del materiale. L’introduzione dell’elemento verbale riporta al pensiero dostoeskjiano secondo cui “la bellezza salverà il mondo”. Poesie trascritte sulle superficie dei mondi indicano la strada che porta al risanamento del pianeta, un’esorcismo per la salvezza umana.

Manuel Geerinck invece, utilizza il canale fotografico per creare elementi o forme che si muovono all’interno dei propri confini virtuali e li modificano, a piacimento, seguendo logiche che sfuggono a regole di predeterminazione. La sua base di partenza è totalmente immateriale, il suo è un gioco di pura astrazione, un’esercizio intellettuale e tecnico in cui il mezzo fotografico si mette a servizio della creatività per permetterle di esprimersi. Geerinck, nel suo stadio più recente di lavoro artistico, sviluppa un percorso concettuale che porta alla creazione di opere in cui gli elementi deformati sono un mix di luce e colore in danza fra loro. L’artista belga è anche vincitore al Sony world photography awards 2012 nella categoria “conceptual”.

fino al 23 ottobre

La contemporanea studio art gallery, via della Rocca 36b, Torino

info: www.lacontemporaneatorino.com

Articoli correlati