Eventi

Non solo moda

Altaroma, la maratona capitolina dedicata all’alta moda sta volgendo al termine. Nel ricco calendario di appuntamenti, stasera 10 luglio alle ore 22 prenderà il via un vero e proprio evento che accenderà di luci, suoni e colori lo storico quartiere Testaccio. È City tales, l’evento che l’Istituto europeo di design, nello specifico la scuola di IED moda, inaugura stasera nella propria sede per proporre in un inedito catwalk i migliori progetti degli studenti neodiplomati.

IED, seguendo la sua vocazione sperimentale ed evoluta, non propone la classica passerella, bensì uno spettacolo a tutti gli effetti curato da un regista d’eccezione: Leopoldo Mastelloni. Seguendo il tema dell’anno accademico, città creative, l’evento diventa il pretesto per dare vita a racconti urbani: la città è come una scatola magica che nasconde le storie e le emozioni di chi la vive. In essa si nasconde un mondo fatto di storie che Mastelloni e i giovani fashion designer raccontano nelle loro city tales. L’evento è anche uno spettacolo tridimensionale composto da proiezioni, suoni, immagini e performance dal vivo, in cui modelle e abiti sono solo uno degli elementi di un tutt’uno in divenire. «In questo contesto la moda ha pari dignità degli altri mezzi espressivi – afferma Lara Aragno, direttore IED moda – la sua nuova vera frontiera è l’espressione visiva: la creatività nella moda è trattata come mezzo di comunicazione, al pari della musica e delle immagini. Non si parla di tagli, tessuti, stile degli abiti. Siamo allo stadio successivo: all’abito che racconta uno stato d’animo, all’energia creativa della nuova generazione che esprime i mille diversi modi di raccontare le cose.»

La scena si svolge in verticale, in una struttura a ponteggio su cui si dipana un racconto per immagini, suoni, suggestioni, e si sviluppa attraverso un’atmosfera inizialmente dark, che vira lentamente verso il candore fiabesco e l’innocenza per tornare infine all’inquietudine e alle ansie delle giovani generazioni in un alternarsi di contrasti e assonanze. Il ritmo sarà scandito da un film realizzato appositamente che crea una commistione di frammenti delle pellicole che hanno segnato l’immaginario collettivo di tre generazioni, da Zabriskie Point a Poltergeist, da Alphaville a Gattaca, dal Mago di Oz a White christmas. La musica, una colonna sonora che rappresenta una vera e propria fase invasiva, è sapientemente creata e calibrata da Paolo Zappalà, e fa da cassa di risonanza alle emozioni e alle suggestioni narrate nella performance-spettacolo.

10 luglio, ore 22

IED, via Giovanni Branca 122, Roma

info: www.ied.it

Commenti