Personaggi

Performance e profumi

Aria densa e primordiale. Adamo ed Eva completamente nudi e vulnerabili in un moderno Eden. Queste sono le note di testa dell’ultima performance di Angelo Orazio Pregoni, naso d’O’driù: complice l’eccezionale location presso uno degli ambienti del Conservatorium hotel di Amsterdam, edificio storico e prestigioso che mercoledì 6 giugno ha contribuito a creare un’atmosfera alchemica e surreale. Intimate, apparent, questo il titolo dell’esecuzione d’arte, ha visto infatti l’interazione dell’artista-profumiere milanese con l’ambiente in maniera sottilmente intellegibile e mai astratta. Due modelli, novelli progenitori, si sono spogliati completamente dei loro abiti per consegnarli al Pregoni, Deus ex machina, che ne ha deciso la sorte e la destinazione.

Nuove fragranze, create per l’occasione, sono diventate così elementi profanamente contaminanti, offerti al pubblico in forma provocatoria attraverso la biancheria intima dei modelli e necessaria alla condivisione del rito. Il tutto è stato sistematicamente immortalato dai continui scatti di una Polaroid, come a voler a tutti costi conservare una traccia dell’estrema cerimonia olfattiva. Ancor più degli altri sensi, l’olfatto si afferma come strumento di rivelazione inconscia, in grado di sconvolgere e muovere gli affetti: Pregoni lo utilizza come mezzo per veicolare messaggi multipli, di natura etica, estetica e morale raggiungendo vette inesplorate di carattere universale.

Un rito pagano ha permesso agli spettatori di ricevere un’anomala comunione, gesto catartico per arrivare a liberarsi dalle sovrastrutture culturali imposte dalle convenzioni sociali. L’elegante e misterioso sciamano è riuscito ancora una volta a coinvolgere il pubblico e regalare generosamente emozioni multisensoriali. Non resta che elaborare il tutto per capire quale sia il vero oggetto d’arte, quello che poi sarà venduto in sede opportuna: la performance in sé, la sua riproduzione fotografica, le fragranze create ex-novo o il misterioso contenuto dei cubi-gioiello in cui sono stati sigillati persino alcuni effetti personali del pubblico? Come ogni formula magica le regole sono ben precise e l’algoritmo rigoroso. Per ora il risultato esatto lo conosce solo Angelo Orazio Pregoni.

 

Si ringrazia Pleasure & life per la concessione esclusiva delle immagini.

info: www.odriu.it;

www.nouseart.com

 

Commenti