Presenze psichedeliche

L’ispirazione nasce dalla trasposizione cinematografica del libro Presenze dello scrittore Jerzy Kosinski. Colori vivaci caratterizzano la rappresentazione di giardini “psichedelici” e aggressivi animali apparentemente inoffensivi. Sono una decina le tele che compongono la mostra personale di William Marc Zanghi, artista classe 1972 di origini statunitensi ma che vive e lavora a Palermo, dal titolo "Bring There" e in corso alla galleria Bianca arte contemporanea del capoluogo siciliano.

Reduce dall’ultima Biennale di Venezia e dalle personali svoltesi a Colonia e a Barcellona, Zanghi non si limita alla semplice rappresentazione pittorica ma, per la prima volta, accompagna i suoi dipinti con piccole sculture, vere e proprie prosecuzioni cromatiche dei suoi lavori, trasposizioni disseminate nello spazio. I tratti delle sue raffigurazioni intendono rappresentare, in particolare, la leggerezza umana, l’inconsapevole e piacevole incoscienza che accompagna l’essere vivente nella vita e lo sospende dall’inquietudine del sapere. Le sue composizioni sono azioni sollevate dal tempo, sono fantasie e gesti che si uniscono ad una trama cromatica diversificata e mai eguale a se stessa. Colombe bianche, occhi di pesce, cerchi colorati, pupazzi dalle fattezze di macchie e frutti colanti costituiscono i suoi soggetti preferiti. La pittura passa dalla bidimensione alla terza dimensione attraverso le creature di plastica, prolungamento e completamento delle tele stesse.

Tra le principali mostre personali precedenti di Zanghi si segnalano: nel 2011 Glue, Mito contemporary art gallery, Barcellona (Sp), nel 2010 BonelliLab, Canneto sull’Oglio (Mn); e ancora, nel 2009 Vive Palermo!, Gallerie Binz & Kramer, Colonia e nel 2008 Landscapes, Palazzo della Ragione, Asolo (Tv), nel 2007 Siberia, BonelliLab, Canneto sull’Oglio (Mn), infine nel 2004 Jungla d’asfalto, Galleria 61, Palermo.

Fino al 30 novembre
Bianca arte contemporanea
Discesa San Domenico 4, Palermo 
Info: 0915084918; www.galleriabianca.com

Articoli correlati