Le disgrazie di Bertozzi & Casoni

Disgrazie, alla Fama gallery di Verona, è il recente progetto espositivo di Bertozzi & Casoni che, in anteprima assoluta, presentano il prodotto di una nuova ricerca volta all’indagine sul conflittuale rapporto arte-natura.

Le infinite potenzialità espressive della materia, nelle sue molteplici accezioni estetiche e plastiche, rappresentano la naturale evoluzione del percorso degli artisti di Imola. Nati con una forte dedizione per la ceramica come possibilità di scultura dipinta, evolvono verso opere più concettuali fino al completo abbandonano dell’uso della maiolica per privilegiare l’utilizzo di materiali ceramici di derivazione industriale.

La mostra veronese trova una duplice articolazione. Da una parte zolle di terra contenenti sedimentazioni di varia natura, compresi rifiuti, resti umani e animali, che si trasformano contemporaneamente in magnifici microcosmi floreali, dall’altra, compressioni di scarti recuperati della discarica-tipo della società consumistica contemporanea, onore e gloria a scatolette, lattine e rottami metallici; da questi cumuli di scorie affiorano piante grasse, impermeabili e robuste al punto tale da sopravvivere all’aggressione dei rifiuti e donargli nuovo vigore. Il binomio Grazie e discariche porta alla fusione del termine Disgrazie, una chance di redenzione per quanto possa sembrare all’apparenza irrecuperabile, distrutto e decadente. Per il progetto Disgrazie alla Fama gallery, Bertozzi & Casoni inscenano una “location” inusuale, dove il barocco e la ricchezza della natura, mista alla bellezza dei colori e la vitalità delle piante, collidono rumorosamente con la materia inorganica dei rifiuti, per nobilitare la morte e onorare la vita.

Fino al 12 novembre
Fama gallery
corso Cavour 25/27, Verona
Info: www.famagallery.com