L'assurdo mestiere dell'artista

L’assurdo mestiere dell’artista prevede una carrellata di capacità attanziali che più si distinguono per la loro versatilità, più si ricopre il ruolo di artista in quanto tale, a tutto tondo. Giorgio Faletti è una di queste figure: nato ad Asti nel 1950, vive tra la sua città natale, New York e l’Isola d’Elba, scrivendo canzoni, pubblicando romanzi e pensando alla pittura come ultimo segno di eclettismo.

Poco dopo l’uscita del suo ultimo libro, Appunti di un venditore di donne, il 25 novembre e a seguire il 27 si inaugurava contemporaneamente negli spazi di Ellequadro a Genova e all’ex chiesa Anglicana di Alassio la sua prima personale: Alias, ideata e coordinata da Tiziana Leopizzi, si avvale del contributo critico di Martina Corgnati che nota la dedizione modesta e scrutatrice di un personaggio così poliedrico: “Giorgio Faletti si è posto con umiltà e passione, di fronte agli attrezzi di un mestiere tutto da scoprire: colle e tele bianche, barattoli e pennellesse, spatole e alambicchi…”.

Il titolo della mostra, scelto non a caso dallo stesso Faletti, inquadra il tipo di carattere che risuona nelle sue corde: ancora una volta il cantante, attore e scrittore italiano ha voluto sfidare il suo “altro” lato artistico rivolgendosi alla pittura. Ciò che vediamo in mostra non si avvale di un diretto approccio meccanico e storico del mezzo, ma dimostra la curiosità del gioco plastico che Faletti vuole attribuire alla pittura in sé. Inserti materici e manipolazioni si aggrovigliano ordinati su tele dalle medie dimensioni, da cui si sente l’eco di un’arte povera d’emergenza tardiva. La mostra, che durerà sino a gennaio, non si pavoneggia di alcune pretese, rivelando solamente il lato artistico di chi per mestiere lo soddisfa già. E sperando che non sia il primo e ultimo appuntamento pittorico sotto il suo nome, invitiamo i lettori a recarsi sulle sponde del mar ligure per approvare o meno l’ultima missione artistica di Faletti. Minchia signor tenente.

Fino al 15 gennaio
Ellequadro documenti
piazza Matteotti 44/46 r 
porticato di palazzo Ducale, Genova
Info: 0102474544

Ex-chiesa Anglicana
via Adelasia 10, Alassio
Info: 0182648078