Trucchi di scena

I protagonisti del cinema diventano protagonisti della fotografia. Così il Trucco originale sposa l’arte del movimento con quella della fissità. La mostra, inaugurata ieri alla Fotolibregalleria di via degli Ombrellari, a Roma, è inserita in un contesto di recupero della memoria cinematografica legato al quinto Festival internazionale del film di Roma (28 ottobre–5 novembre).

Le istantanee di grandi maestri italiani del Novecento spulciano e indagano tra divi, dive e personalità di spicco del cinema nostrano e internazionale: Vittorio Gassman, John Vessmuller, Ava Gardner, Jane Fonda, Francois Truffault e Luchino Visconti. Sono i volti di chi ha scritto un pezzo di storia, tra il secondo dopoguerra e gli anni Sessanta del secolo scorso.

Ma la mostra curata da Matteo Di Castro ha anche il merito – e l’interessante idea – di strappare all’oblìo collettivo attori che non ebbero la fortuna d’incidere il proprio nome nel coloratissimo muro delle celebrità. Ci viene così restituita una sorta di "dark side" della dolce vita: il trucco originale ferma, adorna e imbelletta personaggi fluidi d’un mondo sfuggente, alla continua rincorsa di se stesso. Tra kitsch e iconostasi, voyeurismo e pop art, il “cinema fotografato ad arte” collezione le opere di gente come Arturo Ghergo Tazio Secchiaroli, Pierluigi Praturlon, Franco Pinna, Chiara Samugheo, Federico Garolla, Elisabetta Catalano e Angelo Frontoni.

Gli orari d’apertura (ingresso gratis): martedì dalle 16 alle 20; dal mercoledì al sabato dalle 11 alle 20; la domenica dalle 12 alle 18.

Fino al 28 novembre
Info: www.stsenzatitolo.it

Articoli correlati