Oh my pop!

In occasione della Giornata del contemporaneo il 9 ottobre ha inaugurato la mostra Oh pop!, una collettiva di artisti che, attraverso un particolare uso di oggetti e soggetti rappresentati, oltre che con un accorto utilizzo del colore, renderanno il pubblico partecipe della loro idea di ciò che è “pop”. Si va dai paesaggi fanta-urbani di Eros Paradisi, fino ai personaggi animati di Stefano De Longhi, o ai soggetti tecno ironici di Fabiano Speziari.

Quella di Eros Paradisi è un’arte che deforma lo spazio e il tempo. L’artista reinventa la realtà, le città e persino le persone. Ci si avvicina così in un mondo irreale, pop per l’appunto. Stefano De Longhi, invece, può essere definito un surrealista-pop. L’uso di contesti quotidiani, mediante l’uso di tinte piatte e sfumate con forti contrasti cromatici, animati da personaggi curiosi e pittoreschi, rendono le sue opere cariche di irrealismo, immerse in atmosfere davvero fantasiose. Fabio Speziari, invece, reinterpreta la realtà in chiave ironica, conducendo per mano lo spettatore ad una più profonda riflessione su scottanti tematiche di attualità. Già dai titoli delle opere, come “Have a good day” o “Nuova divinità moderna” l’artista cerca di raggiungere l’obiettivo di comunicare in modo efficace la sua visione del mondo al pubblico, raggiungendo una libertà iconografica unica nel suo genere.

Un’esposizione pregna di realtà ed evasione dalla stessa. Un’indagine su ciò che rappresenta e su quello che è diventata la moderna cultura pop attraverso gli occhi dei suoi artisti.

Fino al 6 novembre
White art gallery
corso Libertà 156 (galleria Putz), Merano (Bz)
Info: www.whiteartgallery.eu