Cronache dal dolore

Parole per immagini, arti visive e poesia, così prosegue alla galleria Civica di palazzo Ducale a Pavullo nel Frignano (Modena) la mostra Via dell’inizio, singolare incontro tra le fotografie e i video dell’artista Viviana Nicodemo e le 27 poesie inedite del poeta Milo De Angelis. Tra gli scatti esposti, alcuni sono quelli già presentati in Necessità dell’anatomia, serie fotografica pubblicata nel libro omonimo del 2006, affiancati però dai più recenti inediti e dal video Via dell’Inizio da cui prende il nome la mostra. L’altro video presente riporta, invece, la recitazione integrale del ciclo di poesie Finale d’assedio di Milo De Angelis.

Un coro dissonante di linguaggi dissimili, in grado di esprimere, ciascuno a suo modo, i medesimi temi, ruotanti attorno al protagonista indiscusso della scena: il dolore. I corpi femminili e maschili ritratti dalla Nicodemo sono limiti di demarcazione per gli ambienti circostanti, fantasmi esausti stravolti dalla devastazione, alla ricerca di una loro intima essenza, di una ragione che giustifichi la loro esistenza. Fondamentale il contrasto del bianco e nero, immerso in una luce livida, per scolpire i corpi brancolanti in spazi che non gli appartengono. "Sono i superstiti che vagano nello spazio a loro concesso come incarnazioni di un dolore indicibile e prepotente”, (Milo De Angelis, Quest’andarsene nel buio dei cortili, testo in catalogo).

Non è la prima volta che De Angelis, una delle più grandi voci della poesia italiana contemporanea, affianca i suoi versi a immagini particolarmente significative. A breve, infatti, pubblicherà con la Mondadori un libro di poesie e fotografie, di cui la mostra è una vera e propria anticipazione; inoltre, ha di recente realizzato con la stamperia Il bulino un libro d’artista a edizione limitata a nove esemplari, in cui il ciclo poetico Finale d’assedio viene accompagnato dalle 420 tavole, ciascuna diversa per ogni volume, dipinte dall’artista romano Vincenzo Scolamiero con inchiostri e pigmenti sulla preziosa carta Hahnemùhlé.

La galleria civica di palazzo Ducale continua con questa mostra il progetto di presentare le voci più interessanti della cultura contemporanea, in un percorso che abbraccia diverse arti trasversalmente, dando spazio ad artisti nazionali ma anche a interpreti della cultura locale, con proposte espositive capaci di promuovere la conoscenza del territorio.

Fino al 26 settembre
Galleria civica di palazzo Ducale
Pavullo nel Frignano (Mo), via Giardini 3
Info: www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it

Articoli correlati