Le mie denunce a suon di sesso

Sukran Moral è un’artista turca specializzata in opere che documentano la condizione femminile, che trattano tematiche sociali di emarginazione, giustizia e di religione. Dal 1995 è stata esiliata da Instanbul, si rifugia a Roma dove si diploma all’accademia di Belle arti. Ha realizzato video-documentari artistici su persone che vivono ai margini della società quali transessuali, prostitute, malati di mente, emigranti. In un bordello di Istanbul, dove l’accesso è proibito alle donne, ha realizzato una performance in cui rinominava polemicamente quel luogo come Museo d’arte moderna; presso il Mlac, Museo laboratorio di arte contemporanea dell’università la Sapienza di Roma nel 1997 ha realizzato una performance dal titolo Museo&obitorio, il Museo per l’occasione si era trasformato in obitorio. Oggi l’artista torna tra le aule della Sapienza, al Mlac, per tenere una lezione sulla sua arte


GUARDA IL SERVIZIO
di Camilla Mozzetti