Un bacio fra foto e danza

Non è uno dei ballerini, eppure si muove con grazia e precisione perfettamente integrato fra loro. Piero Cremonese, fotografo napoletano classe 1981, ha documentato infatti il lavoro in fieri della coreografa Gabriella Riccio, intrufolandosi tra gli interpreti durante la fase di ricerca e creazione di "Kiss #1 – About fragility". Il risultato di questa curiosa intersezione tra danza e fotografia, possibile solo grazie a un’intesa emotiva profonda e silenziosa tra Cremonese e la Riccio, trova spazio all’interno di Azioni, un minifestival della durata di una settimana aperto a danza, musica, filosofia e visioni sul contemporaneo e ospitato da Caosmos, galleria napoletana espressamente dedicata alla performance.

Le foto di Cremonese ci accompagano nel cuore palpitante della danza, tra muscoli tesi e irrorati di sudore, ci mostrano il luogo in cui dalla fatica nasce la bellezza. Senza cedere a un estetismo banale e di facciata, il giovane artista napoletano ci regala immagini nitide, pulite ma emotivamente intense, animate da una tensione profonda e a tratti violenta, perfettamente in sintonia con il senso di una danza che ha ormai da tempo dimenticato il valore conciliante di tutu e affini. L’occhio curioso ma non invadente del fotografo diventa così parte integrante del lavoro della coreografa, non solo strumento atto a documentare a posteriori un lavoro presentato all’obiettivo già confenzionato.

Cremonese con Gabriella Riccio ha però realizzato anche lavori di questo tipo, sicuramente più classici ma non per questo meno interessanti; espone così sempre nell’ambito di Azioni anche Noli me tangere, foto di scena realizzate per l’omonimo spettacolo della Riccio al Nuovo teatro nuovo di Napoli e al teatro instabile di Napoli. Le due mostre, prodotte da Caosmos, costituiscono un intrigante punto di intersezione tra due arti che non sempre riescono a dialogare in maniera fruttuosa.

Fino al 20 dicembre
Caosmos gallery
via Giuseppe Bonito 16 Napoli
Info: 0815787037.

Articoli correlati