Nuotare, volare

Tra i pesci e gli uccelli esiste un’antica fratellanza, i pesci, prima di conoscere gli oceani sapevano dell’aria tutta e volavano il mondo. Gli uccelli che volano il cielo ad ogni battito d’ala riecheggiano la natura degli antichi pesci, di ciò che erano e ad ogni sguardo del loro andare vi è un tuffo al cuore, per quella antica fratellanza che vi è con noi, di quel che si era prima di essere qui, con i piedi per terra a camminarla tutta.
L’opera di Laura Ragazzi ha l’eleganza del sogno, di un mondo saputo eppure dimenticato, nella sua opera c’è l’aria e l’acqua, il nuotare e il volare, lo stare negli abissi e nel cielo, in uno stato aperto di comunicazione con il mondo, e dove il mondo stesso comunica la sua anima. (recensione di Terry May)