Ultimora

Sul Televideo l’oroscopo nato dalla collaborazione tra l’artista Moronato e la Rai

Dal 19 gennaio al 1 aprile, alla pagina 675 del Televideo, è possibile consultare un oroscopo fuori dagli schemi, fatto di segni zodiacali che nascono da costellazioni immaginarie ma scientificamente possibili, provenienti dal cielo di Trappist1. Si tratta del progetto realizzato dall’artista Niccolò Moronato insieme a RAITelevideo e trasmesso sulle frequenze diRAI1. Come i simboli si imprimono sullo schermo nero del Televideo, così nel buio dell’universo si staglia il sistema infuocato di Trappist 1, composto da pianeti che ruotano intorno a un astro luminoso. Trappist dista 40 anni luce dalla Terra e fin dalla sua scoperta è stato indicato da astronomi e scienziati come potenziale gemello del nostro pianeta. « Il Televideo – spiega Moronato – rappresenta uno degli ultimi spazi di servizio pubblico rimasti, scarno e sintetico. L’opportunità nasce dalla stessa limitatezza tecnologica del mezzo, che rende necessario un contributo d’immaginazione attiva da parte dell’utente per intravvedere una figura o un significato nei pixel della grafica – gli stessi pixel sfocati che vede un astronomo la prima volta che individua un nuovo pianeta».

Emerge un linguaggio criptato, quasi alieno, lontano da noi anni luce. La scelta stessa del Televideo ci riporta indietro al 1984, anno in cui la Rai ha dato vita al teletext. Un servizio di informazione che oggi ci sembra tutt’altro che tecnologicamente sviluppato e con un’estetica un po’ videogame che fa tanto anni ’90. OOOroscope non è un oroscopo che predice il futuro, piuttosto si interroga sull’infinito. Un infinito che, chissà perché, sa più di passato. L’oroscopo, dal titolo OOOroscope e la rubrica in cui è inserito, intitolata Nuove dal Cosmo, fanno parte di un progetto artistico più ampio chiamato Firmament, frutto di una collaborazione scientifica tra Moronato e lo Space Visualization Lab del Planetario Adler di Chicago. Gli studiosi del centro, infatti, hanno dato la possibilità all’artista osservare il pianeta Trappist, esperienza che lo ha portato a realizzare una serie di iniziative e lavori, tra cui disegni, workshop e performance. Sia il progetto del Televideo che Firmament sono esposti dal 21 gennaio per il programma di residenza/open studio VIR Viafarini in residence, a Milano, per poi essere ospitati in una mostra alle Galleries del Royal College of Arts di Londra il 2 settembre. Info: www.servizitelevideo.rai.it/televideo

Commenti