Foto

Mapplethorpe, Implicit Tension

Trent’anni fa, nel 1989, moriva il fotografo Robert Mapplethorpe. In questi anni l’autore è diventato un’icona non solo nel campo della fotografia ma di tutta l’arte contemporanea. Il Guggenheim di New York ha deciso di rendere omaggio all’artista partendo dalla donazione che la famiglia di Mapplethorpe fece al museo dopo la sua morte. Implicit Tension, questo il titolo dell’esposizione, è concepita come una mostra divisa in due parti e prevista per la durata di un anno. La prima è aperta fino al 10 luglio e raccoglie la collezione del museo: prime prove, polaroid, nature morte e nudi caratterizzano il nucleo rappresentativo del fotografo e del suo stile anti-convenzionale. La seconda parte della mostra invece mostra il lascito del fotografo nel mondo dell’arte contemporanea, in questa sezione le fotografie di Mapplethorpe sono affiancate da lavori di artisti come otimi Fani-Kayode, Lyle Ashton Harris, Glenn Ligon, Zanele Muholi, Catherine Opie e Paul Mpagi Sepuya. Info: www.guggenheim.org/exhibition/mapplethorpe

Commenti