Ultimora

Linea Appennino 1201, la mostra di Bellobono ad Albumarte

Un ponte tra nord e sud Italia, che raccoglie e separa un bagaglio di storie, esperienze e linguaggi. Angelo Bellobono ha deciso di rappresentare questo concept nel modo più autentico e romantico che si potesse immaginare, raccogliendo la terra di tutte le vette dell’Appennino, da lui raggiunte nel corso di un lungo viaggio a piedi lo scorso anno. Ne è nata la mostra Linea Appennino 1201, che inaugura domani sera ad Albumarte (opening alle 18.30) in cui per la prima volta viene esposto un corpus di opere pittoriche che attraversa la ricerca artistica di Bellobono degli ultimi anni. La mostra, che resterà aperta al pubblico fino al 28 febbraio 2019, è a cura di Elisa Del Prete.
Il progetto prende nome dal percorso che l’artista ha compiuto la scorsa estate lungo la dorsale appenninica, dal limite sud calabro-lucano del Pollino/Dolcedorme fino all’estremo nord del Monte Maggiorasca in Liguria, salendo le principali montagne di ogni regione italiana. Ne è nato un nucleo di opere che l’artista ha realizzato con le terre originali di queste vette, tra cui Monte Appennino, un grande quadro in cui tutte si mescolano dando vita alla memoria di un monte immaginato. Linea Appennino 1201 si inserisce nella ricerca di Bellobono sul Mediterraneo inteso come un grande lago incastonato tra le montagne, per lui luogo di costante esperienza. In tal senso è anche uno sguardo sull’Italia interna, un percorso di memoria e immaginazione, un ponte tra nord e sud, che arricchisce l’esplorazione che da anni compie sulla connessione tra territori.

Info: http://www.albumarte.org/

 

Commenti