Ultimora

Banksy ha colpito ancora, a Natale è spuntato un nuovo murale con sfondo politico

L’ultimo graffito di Banksy è arrivato a Natale. Se ve lo siete perso, distratti dalle feste, ecco di cosa si tratta. Apparso sul muro di un garage di Port Talbot, in Galles, il murale raffigura un bambino che alza la testa verso l’alto e, con la bocca aperta, sembrerebbe intento a mangiare la neve che cade dal cielo. Accanto il suo slittino. Il quadretto di un perfetto Natale, se non fosse che a qualche metro di distanza è stato raffigurato un cassonetto in fiamme, i cui resti vengono dispersi nell’aria. Quelli che sta assaggiando il bambino non sono fiocchi di neve ma polvere derivata da quella combustione. E adesso sì, si riconosce lo zampino di Banksy. A confermarlo un post sul suo Instagram «Season’s greetings», ci dice, buone feste. Port Talbot è una località di 30 mila abitanti, una delle zone più inquinate del Galles. A luglio la polvere nera delle acciaierie aveva coperto case, strade e automobili. In un’immagine c’è tutto quel dramma. Come al solito, Banksy ha colpito al cuore.

Commenti