Ultimora

Firenze secondo me, il programma condotto da Renzi raggiunge l’1,8% di ascolti

È andata in onda il 15 dicembre la prima puntata di Firenze secondo me, il primo di quattro documentari condotti da Matteo Renzi e in onda su Nove. «Quando cammini per le strade della tua città tutto diventa abituale, ordinario, prevedibile. Quando passeggiamo, spesso non facciamo neanche più caso a quello che ci sta attorno. Un piede dopo l’altro, un passo dopo l’altro», questo l’incipit del programma con il quale l’ex sindaco di Firenze ha ottenuto solo l’1,8% degli ascolti. Tra ricordi personali, racconti storici e immagini ben girate, Renzi prova a entrare nel mondo della divulgazione televisiva ma non ci riesce. D’altra parte non si tratta né di Alberto Angela, né di Corrado Augias. Percorre 750 metri, da Palazzo Pitti a Piazza della Signoria, passando per il corridoio Vasariano, la Galleria degli Uffizi e Palazzo Vecchio. Seguiranno altri tre episodi per attraversare tutte le fasi della grandezza di Firenze. Renzi non batte ciglio e sui social ringrazia quei pochi che l’hanno seguito: ”Buongiorno a tutti, grazie per i vostri messaggi! Sono in Cina per qualche ora, rientro domani per la legge di bilancio: non sono riuscito a rispondervi in tempo reale. Su #FirenzeSecondoMe grazie a tutti per i commenti, grazie davvero”. Si tratta di un format che Renzi propone di reiterare anche per Milano, Roma, Napoli. «Ovviamente – dice l’ex premier – condotti da personaggi che hanno una relazione speciale con queste città». Dati i risultati della prima puntata, l’esperimento potrebbe fermarsi a Firenze.

 

Commenti