Eventi

Eva Jospin. Sous-bois

Dal 17 novembre al 6 gennaio al Palazzo dei Diamanti di Ferrara Sous-bois, la mostra dedicata all’artista francese Eva Jospin. Curata da Maria Luisa Pacelli, è parte della rassegna Offside, un nuovo spazio di confronto tra artisti storicizzati e artisti internazionali della scena contemporanea che riflettono sull’eredità dei maestri dell’Ottocento e del Novecento, proponendo uno sguardo attuale sulle questioni aperte dalle esposizioni allestite nel percorso tradizionale, o che indagano tematiche analoghe. In contemporanea all’esposizione Courbet e la natura, Eva Jospin propone un viaggio nell’universo oscuro e incantato dei boschi, delle fonti e delle grotte, attraverso opere realizzate con un processo di ritaglio e assemblaggio di materiali poveri o di provenienza naturale, come il cartone, la corda e il filo metallico, con cui dà vita a imponenti installazioni a dimensioni reali in cartone grezzo, a installazioni in grafite su carta, a disegni (Dessins) di formato più piccolo in carta da lucido sovrapposta a uno sfondo disegnato e posti  all’interno di una scatola lignea. Nei lavori di Jospin prende forma un mondo naturale ricco di risonanze fiabesche, oniriche o avventurose, che ridefinisce il paesaggio urbano e museale. L’esposizione, prima personale in Italia ospitata in un museo, presenta un monumentale bosco in altorilievo che invita l’osservatore a addentrarsi in un percorso immersivo; lavori che evocano la vitalità dell’acqua che sgorga dalle rocce attraverso una trama cangiante della mina su carta; i Diorami, che creano l’illusione della realtà modulando gli effetti di luce dietro a uno schermo dipinto; e Ninfeo, un’installazione site specific nel loggiato del palazzo dei Diamanti che richiama l’immaginario del mito all’interno dell’architettura rinascimentale. Sous-bois, sottobosco, instaura un rapporto di reciprocità con le opere di Courbet il quale, ispirandosi alla poetica della realtà, con una stesura pittorica audace e materica, restituisce la vitalità primaria degli elementi naturali. Si crea così un dialogo attraverso i temi ricorrenti nelle opere di entrambi gli artisti francesi, estendendone e arricchendone i confini di senso e di significato.

Palazzo dei Diamanti

C.so Ercole d'Este, 21ferrara0532 244949diamanti@comune.fe.ithttp://www.palazzodiamanti.it/

Commenti