Eventi

Cai Guo-Qiang, Flora Commedia

Inaugura il 22 novembre alle Gallerie degli Uffizi l’ultima personale dedicata all’artista cinese Cai Guo-Qiang: Flora Commedia, titolo che trae ispirazione dalla Divina Commedia. I dipinti presenti in mostra riproducono sulla tela le varietà floreali del Rinascimento, un soggetto che l’artista ha scelto nel tentativo di catturare lo spirito del periodo; attraverso la rappresentazione dei fiori dipinge la natura, il cosmo e le emozioni personali. La mostra, curata da Eike Schmidt e Laura Donati, raccoglie circa sessanta opere o gruppi di dipinti realizzati con tecniche diverse: con polvere da sparo; o con procedimenti originali sviluppati appositamente per Flora Commedia, come la tecnica della pittura a bastoncini d’incenso che Cai utilizza per controllare meglio le combustioni, o l’impiego dell’acqua per l’ottenimento di gore e colature. L’artista, per prepararsi alla mostra, ha studiato al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi la tecnica a punta metallica, molto diffusa tra gli artisti del Quattrocento e del Cinquecento; ha visitato il Giardino di Boboli per osservare le antiche varietà floreali riprodotte nella Primavera da Botticelli, e la Limonaia, l’antica serra della famiglia Medici e luogo in cui ancora oggi continua la coltivazione della flora rinascimentale; ha poi lavorato con gli esperti botanici degli Uffizi. L’esposizione, che oltre ai dipinti presenta anche una selezione di bozzetti dell’artista che ne illustrano il processo creativo, è allestita nelle dieci gallerie connesse alle sale caravaggesche, e ognuna è dedicata a un tema come Dialogo con CaravaggioGiardino del Rinascimento, Giardino del Colore, Giardino della NaturaGiardino del Cosmo e Giardino dell’Erotico. La mostra si colloca all’interno di Viaggio di un Individuo attraverso la Storia dell’Arte Occidentale, un percorso più ampio di riflessione che Cai ha iniziato nel 2017. Si tratta di un progetto che, attraverso personali in sei musei, tra cui il Museo del Prado, il Museo Pushkin e il Museo archeologico nazionale di Napoli, che concluderà il percorso nel febbraio 2019, mette in dialogo l’artista con differenti aspetti della storia dell’arte occidentale, ognuno rappresentato dalle diverse istituzioni. Cai esplora così nuove possibilità artistiche, intrecciando la sua identità di artista orientale contemporaneo all’identità specifica della realtà museale con cui entra in contatto. Flora commedia è visitabile fino al 17 febbraio.

Galleria degli Uffizi

piazzale degli UffiziFirenze0552388651http://www.polomuseale.firenze.it

Commenti