Video

Lux Formae, Laszlo Bordos

Laszlo Bordos è a Roma il 27 ottobre con l’opera site specific Lux Formae. In occasione di Videocittà e con il supporto di Fendi, Solid Light Festival, che esplora le nuove frontiere del mapping architettonico e delle arti digitali, porta nella capitale uno dei pionieri del videomapping. Sulla facciata del Palazzo della Civilità Italiana prende vita uno spettacolo di mapping le cui immagini suggeriscono che sono le luci a tenere in piedi l’edificio. Utilizzando l’animazione 3D è possibile creare proiezioni complesse e suggestive su superfici non piatte, così da confondere i confini tra ciò che è reale e ciò che è virtuale. L’artista costruisce una replica virtuale esatta del mondo fisico e riproietta l’animazione 3D virtuale sulla scena reale. Dalla combinazione delle due componenti emergono nuove esperienze visive, spesso sorprendenti. Bordos utilizza anche luci stroboscopiche per giocare con le diverse qualità della luce. Dopo le operazioni monumentali di Helsinki, Bucarest e Dubai è la volta del Colosseo Quadrato. Info: www.videocitta.com

Commenti