UNPÒPORNO

Underwater

Ed Freeman ha iniziato la sua carriera nell’industria musicale, come road manager, produttore di nomi come Carly Simon e Cher. Poco più di una ventina di anni fa ha però deciso di dedicarsi alla sua passione per la fotografia e da allora ha pubblicato i suoi lavori su riviste, libri, ha esposto in gallerie e musei, sia negli Stati Uniti che all’estero. In particolare, Underwater è una serie fotografica ambientata nelle piscine di Los Angeles e dintorni, usando solo luce naturale. Ogni scatto richiede molte ore di fotoritocco e lavoro digitale per far emergere il colore e i dettagli dei corpi che spesso mancano nella fotografia subacquea. Caratteristica di questa serie è la composizione di scene che sembrano ispirate a quadri classici e una resa dei corpi che li fa assomigliare a sculture classiche. L’atmosfera rarefatta accentua l’effetto di pennellate su una tela mentre il groviglio di corpi nudi fa pensare a un’ispirazione tratta direttamente dagli affreschi michelangioleschi della Cappella Sistina. ”Fotografo persone nude – ha scritto l’artista – perché sono le più belle cose che conosco in questo mondo. Penso che l’arte sia un modo per esprimere quei pensieri e sentimenti per i quali non ci sono parole”.

Commenti