UNPÒPORNO

Fleeting Parts

Milena Naef, artista tedesca con base ad Amstedam, usa il marmo e altri materiali come il legno per realizzare sculture in cui forme inanimate e corpo umano si fondono in un perfetto equilibrio. In Fleeting Parts, questo il titolo della serie, Naef usa il proprio corpo nudo per esplorare il peso della pietra. Un esperimento, quindi, performativo, oltre che scultoreo. La nudità, in questo senso, viene considerata dall’artista come un ritorno alle origini, alla natura, nella quale Naef viene inglobata fino a farne parte. Da lastre minuziosamente intagliate e levigate affiora, in una perfetta armonia estetica, il suo corpo nudo, accolto nei materiali immobili, come fosse un abito da indossare. Nata in una famiglia di scultori, Milena sperimenta un approccio nuovo alla lavorazione del marmo, che scavato per far posto al corpo umano, si fonde con esso, in un intreccio di forme fluide e dinamiche, in cui si perde il confine tra soggetto e oggetto. Info: milenanaef.com

 

 

Commenti