Ultimora

777 In fondo a destra, un progetto curatoriale ultracontemporary in Laguna

Inaugura mercoledì 18 aprile 2018, alle ore 17.00, la collettiva 777 in fondo a destra negli spazi di via Garibaldi a Venezia. Il progetto nato dalla collaborazione tra la School for Curatorial Studies Venice e la Venice Art Projects, sarà aperto al pubblico fino al 22 aprile. All’interno di un’ex macelleria, un’ex falegnameria e un’ex latteria, in una delle zone più vive di Venezia, i giovani curatori intervengono con allestimenti pensati per gli spazi, valorizzando la storia di questi luoghi e l’operato degli artisti. Gli studenti s’interrogano su alcune delle dinamiche del sistema dell’arte contemporanea, riflettendo su come oggi i giovani artisti si rapportino al mercato. La mostra invita il visitatore a essere parte attiva di una fucina d’idee dove spazi indipendenti, artisti emergenti e giovani curatori mettono in scena un percorso sperimentale nella divulgazione delle pratiche artistiche contemporanee. Tramite talk, allestimenti e incontri la mostra analizza le dinamiche della contemporaneità e getta le basi per What is more contemporary than contemporary?, un progetto sempre organizzato dai giovani curatori, che inaugurerà lo stesso weekend e diventerà un appuntamento durante i mesi a seguire. Importanti figure del collezionismo internazionale s’incontreranno a Venezia per intervenire in merito alle modalità con cui riconoscere, valorizzare e mettere in scena la vera identità artistica della nostra epoca.

La collettiva 777 in fondo a destra è anche l’inizio della collaborazione tra Venice Art Project e la School for Curatorial Studies Venice, le due realtà, infatti, nelle prossime edizioni del corso trasformeranno nuovamente gli spazi in project room in cui gli studenti avranno modo di realizzare progetti pensati con l’obiettivo di valorizzare Venezia, la sua storia e i suoi artisti.
Espongono: Ruth Beraha, Marco Casella, Oscar Isaias Contreras Rojas, Daniele Costa, Fabio De Meo, Chiara Enzo, Andrea Grotto, Xhimi Hoti, Alberto Luparelli, Francesco Nordio, Polisonum, Francesco Pozzato, Barbara Prenka, Matilde Sambo, Matteo Vettorello.

Info: www.corsocuratori.com  

Commenti