Ultimora

Marco Delogu fotografa di notte l’isola sarda, nasce Asinara: una mostra e un libro

Asinara è il titolo di un triplo progetto pensato e realizzato da Marco Delogu, direttore del festival romano Fotografia e dal 2015 direttore dell’istituto italiano a Londra. Da una parte un servizio fotografico dedicato alla famosa isola sarda, dall’altra la pubblicazione degli scatti in un volume accompagnato dal testo dello scrittore, vincitore del premio Strega 2016, Edoardo Albinati, e infine una mostra con quelle stesse foto aperta fino a fine febbraio ospitata negli spazi della Fondazione Sardegna a Cagliari. Il progetto conta in tutto 25 immagini raccolte dal fotografo soprattutto di notte con la sola luce lunare. I contorni dei paesaggi naturali, come quelli delle costruzioni architettoniche si perdono in un’atmosfera onirica nella quale è difficile capire dove finisce qualcosa e inizia altro.

“Ho scelto – spiega l’artista – di lavorare sull’Asinara per via della sua storia e della sua geografia. Da bambino l’isola mi veniva narrata come una specie di inferno, e da ragazzo mi colpivano i racconti di un amico di famiglia, avvocato, che difendeva Renato Curcio e Raffaele Cutolo e andava a incontrarli sull’isola. Più tardi, a partire dal 1997, lavorando a Rebibbia per i ritratti di ‘Cattività’, avevo incontrato una serie di detenuti che erano stati all’Asinara, e dalle loro voci avevo ascoltato la storia delle rivolte di Fornelli. Non sono andato in Sardegna per moltissimi anni e per il mio ‘ritorno’ fotografico ho scelto un’isola che non conoscevo, così piena di ricordi dolorosi a contrasto con il grandissimo senso di bellezza e libertà che ora si prova”.

Commenti