Foto

Jiehao Su vince il premio Gabriele Basilico

Il Premio Internazionale di Fotografia di Architettura e Paesaggio Gabriele Basilico è andato quest’anno a Jiehao Su, giovane fotografo cinese residente a New York, classe 1988. Si tratta della seconda edizione del contest biennale promosso dall’Ordine degli Architetti di Milano, dallo Studio Gabriele Basilico e dalla Fondazione Studio Marangoni per promuovere l’attività dei talenti emergenti. Ai partecipanti, tutti under 35, era stato chiesto presentare un progetto che affrontasse temi legati non solo all’architettura, ma, in senso più ampio, al paesaggio antropizzato e alle trasformazioni del territorio nel mondo globalizzato. Il premio infatti non seleziona lavori fotografici già realizzati o pubblicati, ma seleziona di volta in volta un progetto per poi finanziarlo. Si è aggiudicato il primo premio Jiehao Su per la serie Beijing Views, con cui l’artista si propone di indagare le intersezioni tra paesaggio e memoria partendo da Pechino, per poi raccontare le sfaccettature e le trasformazioni della metropoli, passando dai ritratti di persone ai giardini botanici. A votare il progetto una giuria di esperti, composta da personalità del mondo dell’architettura, delle arti visive e della critica, che si è riunita il 20 gennaio: «Il precedente lavoro che Jiehao Su – ha spiegato la giuria – ha dedicato al paesaggio cinese, la serie Borderland (2012 -2015), un’indagine delicata e intima di territori, persone, animali, particolari dell’ambiente legati anche alla sua storia personale. Su questa base Jiehao Su intende costruire il suo nuovo lavoro – Beijing Views – dedicato alla città di Pechino, tra passato e futuro, realtà e immaginazione». Il vincitore dovrà consegnare il progetto concluso entro il primo novembre 2018. Il libro relativo al progetto sarà pubblicato entro la fine dell’anno e sarà presentato, insieme alla mostra fotografica, il 20 febbraio del 2019.
Info: premiogabrielebasilico.ordinearchitetti.mi.itjiehaosu.com

Commenti