Ultimora

Tutti nudi, a Labs Gallery cinque artisti trasformano la galleria in spazio urbano

Fino all’8 marzo, gli spazi di Labs Gallery a Bologna ospitano la mostra dal titolo Tutti nudi, a cura di Fulvio Chimento e Luca Ciancabilla con le opere di Dado, Joys, Rusty, CK8 e Suf! (Cuoghi Corsello). Si tratta di una mostra allestita all’interno di una galleria privata ma ispirata da principi strettamente connessi al writing. Gli artisti coinvolti, legati tra loro da un percorso di crescita comune fatto di appuntamenti condivisi e mostre sperimentali, sono tutti fedeli ai dettami della disciplina ma allo stesso tempo aperti ad accogliere nuovi e diversi input dall’esterno. Lo spazio di Labs Gallery, per l’occasione, è stato modificato in modo avvolgente, come fosse uno spazio urbano. Gli artisti hanno lavorato l’uno accanto all’altro, nell’ottica di una comune riappropriazione dello spazio dell’arte. Sulle pareti si possono vedere i tag di ognuno di loro, mentre su pavimento, in dialogo, i lavori scultorei. Il campo d’indagine delineato da Tutti nudi è quindi quello relativo alla tag, intesa come topos, luogo privilegiato della disciplina del writing, fonte di ispirazione primaria per chi decide di intraprendere un percorso consapevole legato all’arte di strada. ”Tutti nudi – riporta il testo dell’evento – è una mostra che guarda alle origini del writing e al percorso iniziatico degli artisti in mostra, ma è anche una proiezione in divenire sulla loro produzione passata e presente”.
Fino all’8 marzo, info: www.labsgallery.it

Commenti