Ultimora

Paolo Icaro alla Pinacoteca Comunale, un dialogo tra classico e contemporaneo

Fino al 28 gennaio, la Pinacoteca Comunale di Città di Castello ospita la mostra Paolo Icaro. Unending Incipit, a cura di Davide Ferri e Saverio Verini, prodotta dalla casa editrice Magonza (www.magonzaeditore.it), con la collaborazione del Comune di Città di Castello e dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio. La rassegna, dedicata al lavoro di Paolo Icaro (Torino, 1936), rientra nell’ambito del Progetto Extramuros e si sviluppa negli storici spazi di Palazzo Vitelli alla Cannoniera, interessando le sale, il loggiato e il giardino all’italiana della prestigiosa sede della Pinacoteca. Icaro, autore importante della scena artistica internazionale, ha attraversato l’Arte Povera e le neoavanguardie americane, concentrandosi sul rinnovamento del linguaggio scultoreo. La mostra Unending Incipit parte da alcuni aspetti emblematici della poetica di Icaro e si presenta come un dialogo tra le forme classiche del palazzo rinascimentale della Pinacoteca, edificato tra il 1521 e il 1532, che ospita nella sua collezione eccezionali capolavori dell’arte rinascimentale (tra cui il Martirio di San Sebastiano di Luca Signorelli) e i suoi lavori contemporanei. Orari di apertura della mostra da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 (ultimo ingresso alle ore 17.30). Chiuso il lunedì (non festivo).

Commenti