Ultimora

Spelacchio potrebbe finire al Maxxi

Deriso e umiliato praticamente da tutti l’albero di Natale installato a piazza Venezia a Roma potrebbe avere una seconda e più gloriosa vita. Spelacchio, così è stato soprannominato per via della sue fronde non certo rigogliose. Costato al comune 48mila euro, il pino viene dalla Val di Fiemme in Trentino e arriva a Roma già in condizioni precarie.

Diventato famosissimo come una specie di anti-star rispetto ad alberi natalizi sparsi per l’Italia e per il mondo decisamente molto più formosi, Spelacchio ora sembra camminare verso la gloria eterna. Una volta smontato da piazza Venezia infatti potrebbe finire come installazione permanente al Maxxi. Al momento in ogni caso si gode la sua gloria accogliendo biglietti e letterine di incoraggiamento, diventando anche sfondo per selfie di molti turisti e non che hanno sentito la triste storia di Spelacchio.

Commenti