Video

The Square, presto al cinema

The Square, il film di Ruben Östlund uscito trionfante dalla 70esima edizione del Festival di Cannes (come vincitore della Palma d’Oro), è in arrivo nelle sale italiane. Dal 9 novembre sarà possibile vedere uno dei lungometraggi più chiacchierati del 2017, interamente incentrato sull’arte contemporanea. Un film a metà strada tra il dramma grottesco, la satira e la commedia surreale che si presenta come un ritratto della società odierna vista attraverso gli occhi di un curatore di un museo d’arte contemporanea. Al centro del lungometraggio c’è infatti il curatore Christian, padre divorziato due bambine, che vuole esporre al museo di arte contemporanea di Stoccolma un’installazione chiamata appunto The Square. Si tratta del lavoro di un’artista argentina, un quadrato circoscritto da un perimetro luminoso la cui insegna recita ”Il Quadrato è un santuario di fiducia e altruismo. Al suo interno tutti dividiamo gli stessi diritti e doveri”. Un’idea forse troppo rivoluzionaria per un uomo dalla mentalità prettamente borghese: «Ho cominciato a pensare alla storia nel 2008 – racconta il regista – quando in Svezia è stato realizzato per la prima volta il progetto di un quartiere residenziale chiuso, accessibile ai soli abitanti della zona. Un segno di come le società europee stiano diventando sempre più classiste e individualiste».

Commenti