Ultimora

Il 25 ottobre Fondamenta presenta la collettiva fotografica Relais

Quaranta. Tante sono le fotografie messe al chiodo negli spazi di Fondamenta per la mostra Relais. Appuntamento dal 25 ottobre al 3 novembre per osservare le immagini raccolte da quattro fotografi di tre nazionalità diverse. Due italiane, Angela Di Finizio ed Eleonora Pecorella, presentano scatti a colori, affiancate da due stranieri che stampano invece in bianco e nero, l’australiano Jim Griffiths e il turco Ferhat Celik. A unire queste immagini è uno dei temi fotografici per eccellenza: il viaggio. Passando da uno scatto all’altro quindi si percorrono chilometri immaginari da una parte all’altra del mondo. Paesaggi di quelli dove l’orizzonte è l’unico confine si alternano a ritratti molto particolari nel presentare tratti fisiognomici distanti dal nostro comune osservare. Così dal Giappone si arriva fino agli Stati Uniti passando per il Vietnam e tutto il vecchio continente.

Il titolo della mostra lo spiega invece Enzo Bilardello nel testo critico che introduce il catalogo bilingue italiano, inglese della mostra. ”La fotografia – scrive – è un relais che, al pari di una marea, si alza fin quasi a librarsi nell’empireo o si immerge senza remore ad esplorare le sentine della vita. Pertanto, nel primo caso, la fotografia quasi si dimentica della propria natura d’origine, e c’introduce alla contemplazione pura, disinteressata, verginale. Questa forma di fotografia possiede un potere catartico eccezionale, libera la mente dalle preoccupazioni contingenti e può affrontare le miserie esistenziali trascendendole. Nel secondo caso, la fotografia si fa reportage, mestiere, con una propria dignità di tecnica e di professionalità, dandoci gli strumenti per districarci e giudicare con correttezza le occorrenze, le traversìe, i grovigli indigesti della vita. Tuttavia, nel dichiararci così manichei abbiamo dimenticato le sfumature intermedie tra la résis, la testimonianza, e la fuga nell’infinito, e codeste sfumature, con tutta evidenza, sono innumerevoli, e coprono ogni intervallo tra il terra-terra e il celestiale. Sta ad ognuno di noi sceverare e cercarsi tra le miriadi di proposte quelle più consentanee con il nostro temperamento e le nostre aspirazioni”. 

Appuntamento 25 ottobre alle ore 18.30 a Fondamenta gallery, via Fraccaroli 7 (angolo via Guglielmo Stefani) – Roma
contacts: fondamenta@insideart.eu – www.insideart.eu

Commenti