Foto

Format à l’italienne 8

Fino al 29 ottobre, l’Espace Le Carré di Lille ospita Format à l’italienne, la mostra che presenta nella città francese le opere che i borsisti dell’Atelier Wicar hanno prodotto durante il loro periodo di ricerca a Roma. La rassegna è alla sua ottava edizione e, ormai da tempo, in virtù del partenariato della nostra testata con la città francese (presente appunto nella capitale con l’Atelier Wicar), il Talent Prize, premio promosso da Inside Art offre al vincitore del contest la possibilità di partecipare alla mostra Format à l’italienne come conclusione di una breve residenza a Lille. Per questo, insieme ai lavori dei francesi Raphaële Bezin, Marc Mounier-Kuhn e Fabien Marques, sarà presentata la performance di Matteo Nasini, vincitore del Talent Prize 2017. La videoartista Raphaële Bezin con il suo lavoro catapulta i visitatori nelle atmosfere del cinema italiano e un’architettura di Roma rivisitata, Marc Mounier-Kuhn, fotografo, si è invece cimentato sugli aspetti plastici e sensuali dell’eredità artistica di Roma e Fabien Marques, ha deciso di concentrarsi su uno dei misteri irrisolti legati al calcio italiano, la morte di Luciano Re Cecconi. A queste ricerche si aggiungerà Sparkling Matter di Matteo Nasini, lo studio che l’artista porta avanti da diverso tempo su suono, tecnologie e neuroscienze, attraverso una performance realizzata per acquisire e trasformare in suono, attraverso un apposito software, le onde cerebrali emesse durante le varie fasi del sonno.
info: www.lille.fr/Evenements/Format-a-l-italienne-8

 

Commenti