Ultimora

Fendi e la Galleria Borghese insieme per Caravaggio

È stata presentata la partnership fra la Galleria Borghese e Fendi. La casa di moda si impegna in un’attività triennale di sostegno per le mostre nel museo. La prima esposizione risultato della collaborazione apre al pubblico il 1 novembre e rimane allestita fino al 4 febbraio 2018. Il soggetto del percorso è Gian Lorenzo Bernini, una delle figure più rappresentative del barocco romano. La mostra è costruita anche su prestiti provenienti da istituzioni museali di valore internazionale come Victoria&Albert Museum di Londra e il Louvre di Parigi. Con questa esposizione inoltre la galleria celebra i vent’anni dalla sua riapertura nel 1997.

Ma la collaborazione con Fendi non finisce qui. A rendere l’unione fondamentale è soprattutto la fondazione del Caravaggio Research Institute. Scopo del centro di ricerca è la costituzione nella galleria di un centro di studi, diagnostica e ricerca storico-artistica su Caravaggio e della sua opera. Il progetto prevede anche la creazione di una piattaforma digitale che rappresenti la più esaustiva banca dati online relativa al Caravaggio, per informazioni e aggiornamenti bibliografici, documentari, archivistici, filologici, storiografici, iconografici, dotata di un corredo diagnostico in forma digitale. In più una serie di mostre nel prossimo triennio in importanti musei internazionali con le opere dell’artista. La Galleria infatti conserva la più importante e rappresentativa collezione di lavori di Caravaggio. La prima tappa di questo percorso è la presentazione di tre tele, il San Girolamo, il Giovane con canestro di frutta e il David con la testa di Golia, al Getty Museum di Los Angeles il 21 novembre. 

Commenti