Ultimora

La storia dell’Urlo di Munch e del suo cielo rosso sangue, spiegata da un team di scienziati

Tutti conosciamo L’urlo di Edvard Munch, uno dei dipinti più emblematici dell’espressionismo nordeuropeo. Ma vi siete mai chiesti a cosa è dovuto il colore rosso del cielo raffigurato dall’artista e qual è l’ambientazione esatta dove si trovava l’artista? A spiegarcelo è lo stesso Munch in uno dei suoi diari: ”Una sera passeggiavo per un sentiero, da una parte stava la città e sotto di me il fiordo… Mi fermai e guardai al di là del fiordo, il sole stava tramontando, le nuvole erano tinte di rosso sangue. Sentii un urlo attraversare la natura: mi sembrò quasi di udirlo. Dipinsi questo quadro, dipinsi le nuvole come sangue vero. I colori stavano urlando. Questo è diventato L’urlo”. Tuttavia, non contenti di questa spiegazione, gli studiosi della Texas State University hanno potuto ricostruire con un’attenta analisi dei diari dell’artista e grazie alle nuove tecnologie la location che fa da sfondo al celebre quadro. Si tratterebbe di una strada di Oslo in cui Munch e i suoi amici camminavano che corrisponde perfettamente alla rappresentazione che Munch fa del porto della città e dell’isola di Hovedo. Ma perché il cielo si tinse di rosso? Secondo gli scienziati, è quasi certo che l’artista abbia voluto far riferimento all’eruzione del vulcano Krakatoa, avvenuta il 27 agosto 1883. Il vulcano, pur molto lontano da Oslo, inviò una gran quantità di polveri e gas nell’atmosfera, tanto che anche i quotidiani norvegesi riferiscono di crepuscoli insolitamente rossi fra il novembre 1883 e il febbraio 1884. Il quadro tuttavia fu dipinto dolo nel 1893, dieci anni dopo quell’eruzione. «Ci siamo recati a Oslo – ha spiegato il fisico astronomico Donald W. Olson nel 2003 – e abbiamo individuato la strada che corrisponde al luogo dove Munch si deve essere trovato 120 anni or sono. L’artista probabilmente era rivolto verso sud-ovest: esattamente nella direzione dove nell’inverno del 1883-84 apparvero i tramonti di Krakatoa».

 

Commenti