Eventi

Le mostre da non perdere

Capitale della moda e dell’industria italiana, Milano è una delle mete ideali per giovani creativi in cerca di fortuna e per chi ha voglia di mettersi in gioco, animato da un forte spirito imprenditoriale. Visitare Milano è anche un’ottima occasione per immergersi nella cultura e nella mondanità, grazie ai suoi molti musei e edifici storici, nonché agli eventi, alle mostre e alle manifestazioni che vanno ad arricchire ogni anno il calendario della vita cittadina. Una volta che avrete fatto il pieno delle sue bellezze storiche e artistiche, potrete continuare a divertirvi e a scoprirla sotto una nuova luce, immergendovi nella sua vivace movida serale, aspetto che la rende una delle città italiane a maggiore vocazione europea. Se amate la cultura e nel prossimo futuro avete in programma un viaggio nella capitale lombarda, oltre ad armarvi di una buona piantina della città e di scarpe comode per visitarla in lungo e in largo, salvate tra i preferiti del vostro dispositivo mobile questo articolo, delle mostre imperdibili che si svolgeranno in città. 

Nel 2017 sono state inaugurate diverse esposizioni a Milano e se nel vostro programma di viaggio volete inserirne qualcuna, una delle tappe obbligate è sicuramente il Pirelli HangarBicocca, una delle maggiori istituzioni culturali cittadine che, grazie alla riconversione di uno stabilimento industriale, può contare su uno spazio espositivo di oltre 15 mila metri quadrati, per ospitare mostre temporanee ed esposizioni di arte contemporanea di fama internazionale. Tra le esposizioni ancora in essere, vi segnaliamo CROSSOVER/S, la prima retrospettiva su suolo italiano dell’artista polacco Miroslaw Balka, inaugurata il 16 Marzo e visitabile fino al 30 Luglio. Partendo dalla sua esperienza di vita, l’artista vuole invitare a riflettere, attraverso le sue opere e installazioni, sulla storia europea e in particolare polacca, sulla natura umana e sul concetto di memoria. 

Tra il 5 Maggio e l’8 Ottobre, i cinefili non possono perdersi From Source to Poem to Rhythm to Reader, la mostra personale dell’artista siciliana Rosa Barba, che raccoglie alcune delle sue opere realizzate dal 2009 a oggi, in una fusione perfetta tra sculture cinetiche, installazioni visive e film in 35 e 16 mm, alcuni dei quali inediti in Italia. Durerà invece fino ad Aprile 2018 Efêmero una particolare esposizione dedicata alla Street Art, inserita nel programma Outside the Cube, che inviterà artisti internazionali a esprimersi con graffiti e murales in un’area selezionata esterna al Cubo dell’HangarBicocca. L’opera presentata nell’evento inaugurale da OSGEMEOS, è il frutto del lavoro dei due gemelli brasiliani Gustavo e Otávio Pandolfo, che partendo dall’originaria natura dello stabilimento, adibito alla fabbricazione di locomotive per treni, invitano lo spettatore in un artistico viaggio immaginario.

Una mostra impegnata, toccante e evocativa, che tocca temi molto attuali di politica sociale come quello dell’immigrazione, dei paesi in guerra e del punto di vista dei rifugiati, è La Terra Inquieta, ospitata alla Triennale di Milano fino al 20 Agosto 2017. Si tratta di un’esposizione collettiva, curata da Massimiliano Gioni e finanziata dalla prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi, che raccoglie opere di autori e artisti di diverse nazionalità, alcuni dei quali provenienti da zone calde di guerra, come Libano, Turchia e Algeria.

Se invece amate la storia e l’archeologia, segnate nel vostro calendario che dal 16 Maggio al 15 Dicembre 2017, il Civico Museo Archeologico di Milano ospita la mostra Milano in Egitto – Gli scavi di Achille Vogliano a Tebtynis e Medînet Mâdi, che attraverso reperti archeologici e materiale fotografico inedito, racconta i risultati delle indagini archeologiche, svolte nella regione del Fayum negli anni ’30 del Novecento, dal professore e papirologo milanese Achille Vogliano.

E tra le mostre milanesi in fase di chiusura, vale la pena di citare l’esposizione Keith Haring. About Art a Palazzo Reale, dove l’artista americano presenta 110 opere, molte delle quali inedite e mai esposte in Italia, affiancando i suoi lavori a quelli degli artisti e autori contemporanei o del passato da cui ha tratto la sua ispirazione. Dalle opere di Pollock, ai dipinti dei maestri del Rinascimento, ai calchi della Colonna Traiana, la rassegna si propone di rileggere la produzione artistica di Haring alla luce della sua interpretazione e rivisitazione della storia dell’arte che lo preceduto e che gli ha permesso di costruire la sua visione artistica ed estetica, e di creare delle opere fortemente connotate e riconoscibili. Se avete in programma un viaggio a Milano e intendete vedere la mostra affrettatevi, perché sarà visitabile fino al 18 Giugno 2017.

Un’altra tappa obbligata per gli amanti dell’arte contemporanea in tutte le sue forme è il MAXXI, Il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo a Roma: anche se lo avete già visitato in passato, vi consigliamo di tornarci, perché lo scorso 5 Maggio ha lanciato la nuova stagione con il progetto di ristrutturazione e ampliamento Re-Evolution. Con l’intento di unire armonicamente l’interno della struttura con l’esterno e di mettere i nuovi spazi disponibili al servizio dei visitatori, la collezione permanente del MAXXI è stata oggetto di un nuovo allestimento dal titolo The Place to Be, curato da Margherita Guccione e Bartolomeo Pietromarchi.

 

 

 

Commenti