Ultimora

Alterazioni Video lancia la campagna crowdfunding per il catalogo sull’Incompiuto

La mostra che si è svolta il 19 aprile allo Studio Guenzani di Milano è stato l’evento di lancio della campagna di crowdfunding pubblicata sul sito di Kickstarter, aperta fino al 31 maggio, per la realizzazione della pubblicazione del catalogo l’Incompiuto – La Nascita di uno Stile. In collaborazione con la casa editrice Humboldtoltre, oltre al contributo di autori di prestigio internazionale, contiene la prima documentazione fotografica di tutte le opere pubbliche italiane incompiute risultato del tour/campagna fotografica che si svolge dal 1 maggio in giro per il Paese. Ad aprire la mostra una performance inedita di Alterazioni Video per spiegare esattamente cosa è questo “stile”. Durante la serata è stato possibile oltre acquistare le opere in tiratura speciale e limitata di Gabriele Basilico e del collettivo Alterazioni Video anche preordinare il libro.

In anni in cui l’entusiasmo e la crescita donavano agli italiani una tranquillità finanziaria inaspettata, la fantasia e l’esuberanza sono divenute i motori propulsori di una riconfigurazione del territorio. Segni forti del territorio, le opere pubbliche Incompiute si distendono a partire dalla Sicilia in tutta la penisola, disegnando un’Italia non finita. Non luoghi. Fabbriche senza operai, ospedali senza malati, università senza studenti e città prive di abitanti. Come rovine della società contemporanea, sono luoghi della memoria, monumenti che raccontano l’architettura italiana dal dopoguerra ad oggi. Da dieci anni il collettivo Alterazioni Video porta avanti il progetto l’Incompiuto Siciliano, un lavoro di identificazione, mappatura e ricerca dell’incompiuto. Con questo termine sono identificati i manufatti architettonici e infrastrutturali che punteggiano tutto il territorio italiano, opere pubbliche la cui costruzione è rimasta sospesa, lasciando solo rovine abbandonate.

Fu Manifesta 2008, nelle sedi di Trento, Rovereto e Bolzano, a farci conoscere questo progetto ai limiti dell’antropologico, archeologico e di denuncia, ma già nel 2007 il collettivo coinvolse nel progetto Gabriele Basilico, portandolo in Sicilia per fotografare questi monumenti. Da quel momento sono passati anni di lavoro durante i quali si è raccontato il fenomeno delle opere pubbliche incompiute in Italia da una nuova prospettiva e che ha portato alla definizione di un nuovo ”stile” architettonico che caratterizza oggi il paesaggio italiano raccontando una parte della storia del nostro Paese. Il collettivo ha proposto quindi una serie di operazioni culturali e artistiche, a posteriori, che legittimano questi oggetti: film documentari, che interrogano protagonisti e utilizzatori; installazioni artistiche, che trasferiscono nell’ambito museale l’esperienza visiva e percettiva dell’Incompiuto. Epicentro della ricerca è la Sicilia, in particolare da Giarre dove è stato aperto addirittura un Parco Archeologico. Ora il collettivo torna a far parlare di sé e non solo per festeggiare i dieci anni dalla nascita di questo progetto ma con l’idea di coinvolgere tutti gli interessati aprendo questa campagna crowdfunding per il catalogo. Info: www.alterazionivideo.com

 

Commenti