Eventi

Talent Prize 2017, il decennale

Sono aperte le iscrizioni al Talent Prize 2017, il premio di Arti Visive indetto da Inside Art che quest’anno celebra la sua decima edizioneUn traguardo importante che attesta l’autorevolezza di un riconoscimento che negli anni è cresciuto consolidandosi e distinguendosi nel panorama nazionale, diventando punto di riferimento per i giovani artisti. 

Possono partecipare gratuitamente artisti italiani e non, nati a partire dal 1977, con opere pittoriche, sculture, video, installazioni e fotografie. I candidati dovranno presentare un’opera di nuova realizzazione o già realizzata, purché non abbia partecipato ad altri concorsi o premi, inviando, nel periodo di tempo compreso tra il 13 aprile e il 26 giugno 2017 la documentazione necessaria, tramite posta oppure attraverso il sito www.talentprize.it (sul sito trovate anche il bando), iscrivendosi alla sezione ”iscriviti”.

I partecipanti possono contare sulla professionalità di una giuria composta da riconosciute personalità del mondo dell’arte contemporanea. Quest’anno, in occasione del decennale del premio, il Talent Prize dà il benvenuto in giuria a Peter Benson Miller, (Direttore artistico dell’American Academy di Roma), Joachim Blüher (Direttore dell’Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo), Fabio Cavallucci (Direttore artistico del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato), Gianluca Marziani (Curatore artistico di Palazzo Collicola – Arti Visive Spoleto) e Roberta Tenconi (curatrice Pirelli HangarBicocca di Milano) che si vanno ad aggiungere ai giurati che in questi ultimi anni hanno accompagnato il concorso: Anna d’Amelio Carbone (Direttrice della Fondazione Memmo Arte Contemporanea), Giovanni Giuliani (fondatore dell’omonima Fondazione Giuliani), Rocco Guglielmo (Direttore del Marca – Museo delle Arti di Catanzaro), Charlotte Morel (Direttrice arti visive e attività espositive del Comune di Lille), Chiara Parisi (Curatrice delle mostre di arte contemporanea all’Accademia di Francia – Villa Medici), Federica Pirani (Storica dell’arte contemporanea), Ludovico Pratesi (Critico d’arte e Direttore del Centro di arti visive Pescheria di Pesaro), Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, (Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo), Marcello Smarrelli (Direttore artistico della fondazione Ermanno Casoli), Guido Talarico (editore e direttore di Inside Art).

Saranno loro a selezionare il vincitore e i nove finalisti, che esporranno, insieme agli artisti selezionati dagli sponsor e dai partner del concorso, nella grande collettiva che a ottobre si svolgerà al museo Macro di via Nizza. Il vincitore, i nove finalisti e i premi speciali scelti dagli sponsor avranno diritto a un servizio sul numero di Inside Art dedicato al Talent Prize ed esporranno i propri lavori nella collettiva finale, prevista a dicembre al Museo Macro di Via Nizza, a Roma. Per celebrare i dieci anni del premio, sarà anche allestita una mostra antologica con una selezione dei lavori dei vincitori degli anni passati.

I PREMI
Il vincitore del Talent Prize si aggiudica un premio dal valore di diecimila euro (5mila in denaro e 5mila in promozione), un ampio primo piano sul numero di Inside Art dedicato al concorso, in uscita a dicembre e, grazie al partenariato culturale con la città di Lille, sarà ospite una settimana nella città francese, esponendo il suo lavoro nella mostra Format à l’italienne (Espace Le Carré, Lille), insieme alle opere degli artisti in residenza all’atelier Wicar di Roma.

LA STORIA
Il Talent Prize è nato nel 2008 in risposta alla volontà di Inside Art di sostenere i giovani talenti dell’arte contemporanea in un modo reale e concreto. Una filosofia che da anni accompagna tutte le attività editoriali della casa editrice, dal magazine ai libri d’artista, fino alla comunicazione online. Il premio, oggi alla sua nona edizione, è diventato una tappa cruciale dell’anno artistico italiano e internazionale: un’autorevole piattaforma istituzionale e mediatica attraverso la quale battezzare alcuni dei più promettenti artisti della scena contemporanea. Nomi come Yuri Ancarani, Rä Di Martino, Danilo Correale, David Casini, Giulio Delvè, Giovanni Ozzola, Gian Maria Tosatti e Antonio Fiorentino, sono tutti stati consacrati da questo premio, che ha dato il definitivo slancio alla loro carriera. 

Info e bando su www.talentprize.it

Commenti

  • Mario Christos Marcello

    si ma…. gli artisti nati prima del 1977 devono sempre venir penalizzati? troppo “vecchio” il loro linguaggio??? E basta con ‘sta cosa “dei givani”, perchè non necessariamente l’età è un vantaggio!